Pinterest • il catalogo mondiale delle idee

PANORAMI CARNALI Si inerpica tra le pieghe dei miei confini mentali, la fame, in attesa di seguaci, fiori come gambe spalancate, e io, cerco occhi fertili, panorami carnali, e vivo e muoio ogni secondo. E così mi piace. http://paralleluniverseinpolaroid.wordpress.com

Un uomo torna a casa alle 7 del mattino e trova la moglie sveglia che lo aspetta: – Allora Superman… http://barzelletta.altervista.org/la-moglie-di-superman/

pin 1

NEL TUO MARE Posso avere il tuo mare? Oppure dovrei dispensare litri e litri e litri di pensieri nelle anse buie dei miei polmoni e respirare. Forse. È nello scivolare delle mani sulla carne che si crea un destino, quindi salgo raccontandomi più di quanto voglio, per una manciata di zucchero. Nel tuo mare. http://paralleluniverseinpolaroid.wordpress.com

pin 1
heart 1

ETEREO È strano questo fermo immagine, un pressapoco di labbra che rende fiore, ricettacolo di stami, etereo, a piedi scalzi e aria sulla lingua, una gestazione che si conclude sulla/nella mia bocca, con tremore, in questo rendermi piacevolmente assiderato, come il rosso dei miei cieli. I miei cieli. http://paralleluniverseinpolaroid.wordpress.com

pin 5

.:.:.:.:.:.Of Mice & Men.:.:.:.:.:.

pin 2

ANGOLI Quanti angoli può contenere un respiro, uno sguardo, o il ritmo dei pensieri, guarda, osserva di quanti lividi è composto un sogno, fallo e invadi questo spazio senza regole, scivola tra il mio Io e te, in modo che io ti segni il destino sulle spalle. Per ore. http://paralleluniverseinpolaroid.wordpress.com

MILLE PAROLE Sei una nuvola, nascosta nelle pieghe di un tramonto, o di un alba, una lacrima nel mio deserto mentre taglio l’ansia di una bufera, con la lingua, io, con mille parole spinte tra le gambe tue/mie e la differenza è se scorrermi o [tra]scorrermi. http://paralleluniverseinpolaroid.wordpress.com

heart 1

PROFUMI IPOTALAMICI Risalgono dalle dita come [contro]gocce di una candela, calde, in una notte che freme fatta di lingua e carne, Io, Monsieur, disegno pensieri di pizzo e urlo profumi ipotalamici tra le pieghe di un peccato. Nei pori della pelle. Tua [o mia] http://paralleluniverseinpolaroid.wordpress.com

IL BORDO DELL'ACQUA Ti tengo sul bordo della mia acqua, in sostanziale equilibrio tra un respiro e un sospiro, mentre mi trovo racchiuso in valige colme di sogni curvilinei, ma con le labbra smussate dal sorriso, dove l'ombra ti cuce addosso porzioni di desiderio, ed io danzo. http://paralleluniverseinpolaroid.wordpress.com

FANTASMA TRA GLI ORIZZONTI POSSIBILI Io sono la carne, il viaggio ed il curvare secco dei pensieri, Tuoi, Miei, rugiada, che bagna, appesa sulle impronte di ogni dito, epidermide da saliva, urli un silenzio straniante nella bocca, aggrappata agli occhi, fantasma, E ti dispieghi come una veste sottratta al fondo. Corri, in un orizzonte possibile, tra i miei futuri. http://paralleluniverseinpolaroid.wordpress.com