Pinterest • il catalogo mondiale delle idee

Il 4 dicembre, per Santa Barbara, prepariamo il Burbara! ... con tutti i semi dell’Arca di Noè In molte famiglie cristiane e protestanti del Medio Oriente il burbara ancora oggi si prepara il 4 dicembre, mentre in quelle ortodosse il 17, per la festa di santa Barbara. È un gustoso e sano budino a base di grano (in un campo di grano trovò rifugio la santa nella sua fuga dalla prigionia e sopravvisse mangiandone i semi) e legumi, profumato con

L’associazione Famiglie separate cristiane d’intesa ed in collaborazione con l’associazione Voce uomo in occasione del decennale della legge 54/2006, “ diposizioni in materia di separazione dei gen…

Siria: il dono di aiuto alla Chiesa che soffre alle famiglie delle vittime cristiane

PIZZA COL FORMAGGIO MARCHIGIANA

La pizza col formaggio fino a non molto tempo fa, nelle famiglie cristiane, ci si faceva colazione con salumi e frittata una volta sciolte le campane.

1

Nonostante nel mondo aumentino ignoranza, indifferenza e superficialità i tanti segni di amore e speranza resistono anche nelle situazioni più cupe: la madre irakena che dà alla luce il bambino nel campo profughi e sorride anche se non ha niente; la madre musulmana indonesiana che benedice suo figlio divenuto cristiano e prete; famiglie cristiane cinesi che accolgono bambini gettati via a causa della legge del figlio unico.

I separati percorrono un cammino di fede? Sono una cartina al tornasole anche per il mio sacerdozio, con la loro radicalità: sensibili alla verità e alla misericordia, non cestinano nulla del Vangelo, rigorosi nel loro desiderio di rinascita. Dal 2007 don Claudio Occhipinti, parroco a Sant’Andrea Avellino e assistente spirituale nella capitale dell’associazione Famiglie separate cristiane.

riuscita a impoverire, senza alcuna vergogna, famiglie, pensionati, onesti lavoratori, comunità cristiane, scartando i giovani, sistematicamente privati di ogni speranza sul loro futuro, e soprattutto emarginando i deboli e i bisognosi. Sensibilità ecclesiale - ha aggiunto - che, come buoni pastori, ci fa uscire verso il popolo di Dio per difenderlo dalle colonizzazioni ideologiche che gli tolgono l'identità e la dignità umana".

S. Mario G20 #AdottaUnaGuglia #GetYourSpire Ricorrenza 19 Gennaio. Si presume che Mario e la sua famiglia si siano stabiliti a Roma, ospiti di alcune famiglie cristiane, ma il periodo di tolleranza nei confronti dei cristiani stava finendo e sotto l’impero di Diocleziano cominciò la più terribile delle persecuzioni. La famiglia di Mario si associò al prete Giovanni e un giorno si prestarono a dare degna sepoltura a un gruppo di 260 martiri decapitati. Questo pio atto non passò inosservato.

Fingono un parto imminente: fermati due stranieri senza patente e oltre i limiti di velocità

Non solo Pakistan. Non è un pianeta per bambini Il dramma del mondo dell'infanzia nel rapporto annuale dell'Unicef http://www.aleteia.org/it/dal-mondo/contenuti-aggregati/rapporto-unicef-infanzia-negata-5895414070902784

1