Vora di Vitigliano, uno dei due cunicoli alla base del pozzo, profondo 14 metri, che collega due falde freatiche a diversi livelli.

Vora di Vitigliano, uno dei due cunicoli alla base del pozzo, profondo 14 metri, che collega due falde freatiche a diversi livelli.

L'acqua del PO inquinata da oltre due miliardi ditonnellate di droghe e farmaci: ma cosa beviamo? “Milano ha tre falde freatiche, a diverse profondità: una superficiale, con profondità fino a circa 30 metri, che a causa di un elevato livello di inquinamento non viene più sfruttata per produrre ac #farmaci #droghe #po

L'acqua del PO inquinata da oltre due miliardi ditonnellate di droghe e farmaci: ma cosa beviamo? “Milano ha tre falde freatiche, a diverse profondità: una superficiale, con profondità fino a circa 30 metri, che a causa di un elevato livello di inquinamento non viene più sfruttata per produrre ac #farmaci #droghe #po

Novità: risparmiare acqua non serve, anzi pare sia dannoso per le falde freatiche e lo scorrimento dei liquami. Questa la notizia dalla Germania, dove la coscienza del risparmio idrico è radicata. Sarà vero?

Novità: risparmiare acqua non serve, anzi pare sia dannoso per le falde freatiche e lo scorrimento dei liquami. Questa la notizia dalla Germania, dove la coscienza del risparmio idrico è radicata. Sarà vero?

Vora di Vitigliano, resti fossili di coralli

Vora di Vitigliano, resti fossili di coralli

Grotta Montani, interno. Qui sono stati rinvenuti reperti del periodo definito micro-musteriano. A pieno contatto con gli uomini di Neanderthal.

Grotta Montani, interno. Qui sono stati rinvenuti reperti del periodo definito micro-musteriano. A pieno contatto con gli uomini di Neanderthal.

Salve, ingresso di grotta Montani. Qui sono stati rinvenuti reperti che abbracciano ben 70.000 anni di storia, molti dei quali riguardano l'uomo di Neanderthal.

Salve, ingresso di grotta Montani. Qui sono stati rinvenuti reperti che abbracciano ben 70.000 anni di storia, molti dei quali riguardano l'uomo di Neanderthal.

Grotta Febbraro, Salve

Grotta Febbraro, Salve

Grotta di San Cristoforo, antico tempio pagano prima e Cristiano poi dedicato al Santo traghettatore.

Grotta di San Cristoforo, antico tempio pagano prima e Cristiano poi dedicato al Santo traghettatore.

Sala grande a uno dei pochi affreschi ancora visibili all'interno della cripta del Cirlicì, nel parco archeologico di Parabita.

Sala grande a uno dei pochi affreschi ancora visibili all'interno della cripta del Cirlicì, nel parco archeologico di Parabita.

Delia, diorama della deposizione all'interno della sale del Museo della civiltà preclassiche, Ostuni

Delia, diorama della deposizione all'interno della sale del Museo della civiltà preclassiche, Ostuni

Alcuni fossili di rudiste, di una varietà apparentemente tipica del Salentno, misti pecten, in una parete di ippuriti.

Alcuni fossili di rudiste, di una varietà apparentemente tipica del Salentno, misti pecten, in una parete di ippuriti.

Una delle tre grotte Cipolliane, la maggiore, sul litorale di Gagliano del Capo. Hanno restituito numerosi fossili e reperti archeologici.

Una delle tre grotte Cipolliane, la maggiore, sul litorale di Gagliano del Capo. Hanno restituito numerosi fossili e reperti archeologici.

Grotta ipogea sita nei pressi dell'Abbazia di San Nicola di Macugno a Neviano. Elemento caratterizzante è quello di un sedile scolpito nella roccia.

Grotta ipogea sita nei pressi dell'Abbazia di San Nicola di Macugno a Neviano. Elemento caratterizzante è quello di un sedile scolpito nella roccia.

Grotta delle Striare, esterno

Grotta delle Striare, esterno

Budello della grotta della "Madonna du Carottu" di Parabita. Attraverso questo foro si svolgevano riti di fertilità legati alla Madre Terra.

Budello della grotta della "Madonna du Carottu" di Parabita. Attraverso questo foro si svolgevano riti di fertilità legati alla Madre Terra.

Colombario Santa Barbara, interno. La struttura è state realizzata tra il I sec. a.C. e il I sec. d.C per riporre urne cinerarie. All'interno anche un letto sepolcrale.

Colombario Santa Barbara, interno. La struttura è state realizzata tra il I sec. a.C. e il I sec. d.C per riporre urne cinerarie. All'interno anche un letto sepolcrale.

Pinterest
Cerca