Donne in libano

Esplora argomenti correlati

#report #pubblicazione  Pubblicazione sulla condizione delle donne in Libano: grafica e impaginazione di crigraphics

#report #pubblicazione Pubblicazione sulla condizione delle donne in Libano: grafica e impaginazione di crigraphics

Si chiama "Walk a mile on her shoes" ed è la campagna internazionale contro la violenza sulle donne che si è appena svolta a Beirut, in Libano. Oltre 300 uomini hanno marciato calzando scarpe rosse col tacco e innalzando cartelli contro la violenza sulle donne. In Libano, den

Si chiama "Walk a mile on her shoes" ed è la campagna internazionale contro la violenza sulle donne che si è appena svolta a Beirut, in Libano. Oltre 300 uomini hanno marciato calzando scarpe rosse col tacco e innalzando cartelli contro la violenza sulle donne. In Libano, den

madmblu:  One of my favorite artists - Faiza Maghni

madmblu: One of my favorite artists - Faiza Maghni

VOLKSWAGEN MAGGIOMODELLI: PORSCHE GYRL........................SEXY FOTO................NON SOLO VOLKSWAGEN............................

VOLKSWAGEN MAGGIOMODELLI: PORSCHE GYRL........................SEXY FOTO................NON SOLO VOLKSWAGEN............................

robert capa - Cerca con Google [this is the caption as it came in my feed: this is NOT a Capa photo. It was taken in July of 1959: Dickey Chapelle, combat photographer. This is her favorite photograph of herself at work.She would die in Vietnam in 1965.]

robert capa - Cerca con Google [this is the caption as it came in my feed: this is NOT a Capa photo. It was taken in July of 1959: Dickey Chapelle, combat photographer. This is her favorite photograph of herself at work.She would die in Vietnam in 1965.]

Una spiaggia e sullo sfondo lo skyline di Beirut, in Libano, nel giugno del 1977.

Una spiaggia e sullo sfondo lo skyline di Beirut, in Libano, nel giugno del 1977.

Remzi Taşkıran, 1961 | Tutt'Art@ | Pittura * Scultura * Poesia * Musica |

Remzi Taşkıran, 1961

Remzi Taşkıran, 1961 | Tutt'Art@ | Pittura * Scultura * Poesia * Musica |

Marine Le Pen sfonda "a sinistra": donne e operai possono farla vincere. Intanto va in Libano e rifiuta il velo islamico: salta l'incontro col Muftì

Marine Le Pen sfonda "a sinistra": donne e operai possono farla vincere. Intanto va in Libano e rifiuta il velo islamico: salta l'incontro col Muftì

Nikon 100th Anniversary: 100 anni di storie Questo ritratto di una rifugiata siriana in Libano è stato scattato dall'archeologo e fotografo Krystian Bielatowicz. Krystian commenta: Circa un milione di profughi provenienti dalla Siria è fuggito in Libano un Paese con una popolazione di 45 milioni di persone. In molte abitazioni dei profughi siriani in Libano non ci sono uomini. A volte arrivano un po di tempo dopo che le donne e i bambini sono fuggiti dal paese in guerra. Ma molti di loro…

Nikon 100th Anniversary: 100 anni di storie Questo ritratto di una rifugiata siriana in Libano è stato scattato dall'archeologo e fotografo Krystian Bielatowicz. Krystian commenta: Circa un milione di profughi provenienti dalla Siria è fuggito in Libano un Paese con una popolazione di 45 milioni di persone. In molte abitazioni dei profughi siriani in Libano non ci sono uomini. A volte arrivano un po di tempo dopo che le donne e i bambini sono fuggiti dal paese in guerra. Ma molti di loro…

L’ironia della sconfitta per le donne libanesi

L’ironia della sconfitta per le donne libanesi

Female Writers. Joumana Haddad, donna, araba, poeta

Female Writers. Joumana Haddad, donna, araba, poeta

Dal Libano nuova linfa per il traffico di esseri umani... #profughisiriani #libano #donne

Dal Libano nuova linfa per il traffico di esseri umani... #profughisiriani #libano #donne

{English below} Angelina Jolie ambassadrice des Nations Unies pour le Haut Commisariat des réfugiés (@unrefugees) donne une conférence de presse lors de sa visite aux réfugiés syriens de la vallée du Bekaa au Liban le 15 mars 2016. Ce jour marque le cinquième anniversaire des manifestations pacifiques contre le régime de Bashar El-Assad qui ont conduit à la guerre civile que connait le pays aujourd'hui. #photo: Mohamed Azakir pour @Reuters  United Nations High Commissioner for Refugees…

{English below} Angelina Jolie ambassadrice des Nations Unies pour le Haut Commisariat des réfugiés (@unrefugees) donne une conférence de presse lors de sa visite aux réfugiés syriens de la vallée du Bekaa au Liban le 15 mars 2016. Ce jour marque le cinquième anniversaire des manifestations pacifiques contre le régime de Bashar El-Assad qui ont conduit à la guerre civile que connait le pays aujourd'hui. #photo: Mohamed Azakir pour @Reuters United Nations High Commissioner for Refugees…

Il 132° Reggimento ha partecipato, nella sua storia moderna, a tutte le principali operazioni sul territorio nazionale e all’estero e, recentemente, ha visto il rientro in sede di uomini e donne impiegati in Libano nell’ambito dell’Operazione "Leonte" e a Milano nell’ambito dell’Operazione "Strade Sicure".

Il 132° Reggimento ha partecipato, nella sua storia moderna, a tutte le principali operazioni sul territorio nazionale e all’estero e, recentemente, ha visto il rientro in sede di uomini e donne impiegati in Libano nell’ambito dell’Operazione "Leonte" e a Milano nell’ambito dell’Operazione "Strade Sicure".

“Gli uomini dovrebbero sempre sbucciare le arance per le donne.”  Khaldiye, 103 anni, è fuggita dalla #Siria 2 anni fa e ora risiede con la #famiglia di uno dei suoi figli in #Libano. Suo marito le comprava ogni giorno un’arancia, che poi affettuosamente sbucciava per lei. Khaldiye ha offerto ai suoi familiari di vendere la sua fede d’oro per aiutarli a sostenere le spese di una vita in esilio, ma si sono rifiutati.

“Gli uomini dovrebbero sempre sbucciare le arance per le donne.” Khaldiye, 103 anni, è fuggita dalla #Siria 2 anni fa e ora risiede con la #famiglia di uno dei suoi figli in #Libano. Suo marito le comprava ogni giorno un’arancia, che poi affettuosamente sbucciava per lei. Khaldiye ha offerto ai suoi familiari di vendere la sua fede d’oro per aiutarli a sostenere le spese di una vita in esilio, ma si sono rifiutati.

Hanno tutte lo stesso scopo le stanze da letto femminili, quello di proteggere le ragazze dal mondo e permettere loro di essere indipendenti e libere.

Hanno tutte lo stesso scopo le stanze da letto femminili, quello di proteggere le ragazze dal mondo e permettere loro di essere indipendenti e libere.

Pinterest
Cerca