Il numero dei geni umani individuati è molto più basso del previsto: come può un insieme così ristretto di geni produrre la complessità strabiliante del cervello umano? Come è possibile che quel minuscolo 0,6% di Dna di differenza possa generare due forme viventi così diverse l’una dall’altra come uno scimpanzé e un cucciolo di Homo sapiens? [Continua a leggere cliccando sull'immagine]

Il numero dei geni umani individuati è molto più basso del previsto: come può un insieme così ristretto di geni produrre la complessità strabiliante del cervello umano? Come è possibile che quel minuscolo 0,6% di Dna di differenza possa generare due forme viventi così diverse l’una dall’altra come uno scimpanzé e un cucciolo di Homo sapiens? [Continua a leggere cliccando sull'immagine]

Il numero dei geni umani individuati è molto più basso del previsto: come può un insieme così ristretto di geni produrre la complessità strabiliante del cervello umano? Come è possibile che quel minuscolo 0,6% di Dna di differenza possa generare due forme viventi così diverse l’una dall’altra come uno scimpanzé e un cucciolo di Homo sapiens? [Continua a leggere cliccando sull'immagine]

Il numero dei geni umani individuati è molto più basso del previsto: come può un insieme così ristretto di geni produrre la complessità strabiliante del cervello umano? Come è possibile che quel minuscolo 0,6% di Dna di differenza possa generare due forme viventi così diverse l’una dall’altra come uno scimpanzé e un cucciolo di Homo sapiens? [Continua a leggere cliccando sull'immagine]

La scimpanzé Zoe con il suo cucciolo Johari allo zoo di Los Angeles (AP Photo/Los Angeles Zoo, Tad Motoyama) - Il Post

La scimpanzé Zoe con il suo cucciolo Johari allo zoo di Los Angeles (AP Photo/Los Angeles Zoo, Tad Motoyama) - Il Post

Il numero dei geni umani individuati è molto più basso del previsto: come può un insieme così ristretto di geni produrre la complessità strabiliante del cervello umano? Come è possibile che quel minuscolo 0,6% di Dna di differenza possa generare due forme viventi così diverse l’una dall’altra come uno scimpanzé e un cucciolo di Homo sapiens? [Continua a leggere cliccando sull'immagine]

Il numero dei geni umani individuati è molto più basso del previsto: come può un insieme così ristretto di geni produrre la complessità strabiliante del cervello umano? Come è possibile che quel minuscolo 0,6% di Dna di differenza possa generare due forme viventi così diverse l’una dall’altra come uno scimpanzé e un cucciolo di Homo sapiens? [Continua a leggere cliccando sull'immagine]

Un cucciolo di scimpanzé di nome Dayo dorme sulla schiena di sua madre nello zoo di Gelsenkirchen, in Germania. (AP Photo/Martin Meissner) - Spiumato ma felice - Il Post

Un cucciolo di scimpanzé di nome Dayo dorme sulla schiena di sua madre nello zoo di Gelsenkirchen, in Germania. (AP Photo/Martin Meissner) - Spiumato ma felice - Il Post

Bo Derek con un cucciolo di scimpanzé allo zoo di Miami dove faceva volontariato dopo l'uragano Andrew 11 settembre 1992 (AP Photo/Ray Fairall)

Bo Derek con un cucciolo di scimpanzé allo zoo di Miami dove faceva volontariato dopo l'uragano Andrew 11 settembre 1992 (AP Photo/Ray Fairall)

Un cucciolo di scimpanzé gioca con un pacco regalo allo zoo Taronga a Sydney, in Australia. (Matt King/Getty Images) - E chi l'ha detto che sta per iniziare l'inverno? - Il Post

Un cucciolo di scimpanzé gioca con un pacco regalo allo zoo Taronga a Sydney, in Australia. (Matt King/Getty Images) - E chi l'ha detto che sta per iniziare l'inverno? - Il Post

Uno scimpanzé di due anni fa bere il latte ad un cucciolo di tigre di 60 giorni... :-)

Uno scimpanzé di due anni fa bere il latte ad un cucciolo di tigre di 60 giorni... :-)

Il giovane ricercatore Will Rodman sperimenta su degli scimpanzé gli effetti di un virus. Una di queste cavie mostra lo sviluppo di un'intelligenza superiore alla media, ma viene abbattuta assieme alle altre. Lascia un  cucciolo, che Will accoglie in casa propria. Dopo qualche anno lo scimpanzé dimostra straordinarie capacità cognitive, ma con il suo cervello, cresce anche il bisogno di relazionarsi con un ambiente libero e con una specie all'altezza che non lo tratti da bestia o da mostro.

Il giovane ricercatore Will Rodman sperimenta su degli scimpanzé gli effetti di un virus. Una di queste cavie mostra lo sviluppo di un'intelligenza superiore alla media, ma viene abbattuta assieme alle altre. Lascia un cucciolo, che Will accoglie in casa propria. Dopo qualche anno lo scimpanzé dimostra straordinarie capacità cognitive, ma con il suo cervello, cresce anche il bisogno di relazionarsi con un ambiente libero e con una specie all'altezza che non lo tratti da bestia o da mostro.

#cucciolo #scimpanzé #scimmia #occhi #dolcezza #piccolo #baby #chimpanzee #monkey #eyes #little #sweetness #bali by lgfme

#cucciolo #scimpanzé #scimmia #occhi #dolcezza #piccolo #baby #chimpanzee #monkey #eyes #little #sweetness #bali by lgfme

Pinterest
Cerca