Pinterest • il catalogo mondiale delle idee

I Coureurs des bois (corridore dei boschi) commerciavano con i nativi durante il periodo coloniale senza il permesso delle autorità quindi di contrabbando. scambiavano le pelli di castoro, con vestiti, armi da fuoco e pentole in rame per la cucina. Per frenare il contrabbando le compagnie commerciali autorizzate dai governi coloniali incominciarono ad assumere dei Coureurs des bois come loro dipendenti nacquero così i Voyageurs.

Interni di case dei Métis Red River La maggior parte delle case métis erano costruite seguendo la tecnica blockbau (introdotta in America dai primi coloni finlandesi della colonia svedese Nya Sverige).

Sul terreno innevato le merci venivano trasportate usando i toboga tirati a mano o con l'ausilio dei cani opportunamente bardati. I voyageurs raramente stavano sulle slitte. Su un sentiero ben battuto procedevano con le racchette dietro le slitte. I cani venivano spronati con comandi vocali e schiocchi di frusta. Se la pista non era battuta alcuni guidatori precedevano le slitte e con le loro racchette battevano la pista.

Il Red River cart era un carro a due ruote costruito interamente con materiali locali (legno e pelle), quindi facilmente riparabile, senza parti metalliche perché i chiodi e gli oggetti di ferro erano in quei luoghi all'epoca molto costosi. Capace di galleggiare e di trasportare carichi pesanti fino a 450 kg. era un semplice e geniale mezzo di trasporto, sviluppato dai Metis insediati lungo il Red River in quello che più tardi divenne il Manitoba

Vestito completo da uomo dei Métis Red River. Il taglio richiama i modelli europei dell'epoca mentre le calzature, il materiale, le decorazioni, e gli accessori richiamano alle tradizioni dei Nativi (Cree).

Mappe relative alle tratte commerciali dei voyageur e agli spostamenti dei Métis Red River

La cultura dei Métis e in particolar modo dei Red River è una miscela di usi degli europei e degli indigeni canadesi. I guanti originari dei Nativi canadesi erano del tipo a muffola. I Métis non solo utilizzavano anche guanti con le 5 dita, ma ne introdussero l'uso tra le popolazioni indigene con cui commerciavano.

Abiti da uomo in uso tra i Métis, in particolar modo tra i Red River. Il taglio richiama i modelli europei dell'epoca mentre il materiale e le decorazioni richiamano alle tradizioni dei Nativi (Cree).

Oltre le canoe, i Voyageurs della H. B. C. utilizzavano anche alti tipi di imbarcazioni come la York Boat, un tipo particolare di batteau. Lunga tra gli 8,5 e i 14 mt. e capace di 6 t. o più di carico. Aveva il fondo piatto, poppa e prua inclinate verso l'alto a 45°, per facilitarne l'alaggio e il varo. Era spinta da remi e da una vela quadra. Per le manovre era fornita sia di un lungo remo poppiero che d'un timone. Per il portages veniva tirata con corde su dei rulli.

Case Métis costruite seguendo la tecnica blockbau (introdotta in America dai primi coloni finlandesi della colonia svedese Nya Sverige. I Métis di lingua Michif (Métchif) si erano stabiliti lungo i fiumi Red e Assiniboine, le loro case erano costruite su lunghi e stretti lotti lungo il fiume. Ma non avevano alcun titolo legale per il possesso della terra che avevano occupato. Nacquero così forti tensioni tra i Métis e i coloni che acquistavano le concessioni dal governo centrale.