Pinterest • il catalogo mondiale delle immagini
Happy Birthday Alan Rickman (Feb 21, 1946), we will always miss you.
da 9GAG

Happy Birthday Alan Rickman (Feb 21, 1946), we will always miss you.

Happy Birthday Alan Rickman (Feb 21, 1946), we will always miss you.

2

Il 24 novembre 1991 scompariva Freddie Mercury,cantante e leader del gruppo musicale britannico Queen.

2
1

Come dire? La notte porta consiglio. Sei d'accordo? «Sembra abbastanza plausibile stasera, ma aspetta fino a domani. Aspetta il buonsenso del mattino.» — La macchina del tempo, 1895, H.G. Wells (Bromley, 21 settembre 1866 – Londra, 13 agosto 1946), scrittore britannico. H.G. Wells, ‪#‎buonsenso‬, ‪#‎citazioni‬, ‪#‎cit‬, ‪#‎letteratura‬, ‪#‎leggere‬

1
da Twitter

Il Post on

Magnus Shaw, giornalista britannico, lo ha fatto da un originale dei Peanuts, e fa piangere http://ilpo.st/1xSsCvP

Riscontri questa indole nel tuo gatto? O, secondo la metafora di Orwell, in qualcuno con la personalità felina? «Fu chiaro fin dall'inizio che ogniqualvolta c'era un lavoro da fare, il gatto si rendeva irreperibile.» — La fattoria degli animali, 1947, George Orwell [Eric Arthur Blair] (Motihari, 25 giugno 1903 – Londra, 21 gennaio 1950), è stato un giornalista e scrittore britannico. ‪#‎leggere‬, ‪#‎libri‬, ‪#‎cit‬, ‪#‎citazioni‬, ‪#‎animali‬, ‪#‎gatto‬, ‪#‎lavoro‬

1

Bruce Chatwin (1940-1989) scrittore e viaggiatore britannico, autore di racconti di viaggio e romanzi.

1

L'aforisma di questa giornata: Cary Grant Cary Grant fu un grandissimo attore di Hollywood. Inglese di nascita, ma naturalizzato americano, visse per 82 anni, fino al 1986. dotato di una naturale e raffinata eleganza, di una notevole prestan #aforisma #aforismi #carygrant

1

Sir Charles Spencer Chaplin, (1889-1977), noto come Charlie Chaplin, è stato un attore, regista, sceneggiatore, comico, compositore e produttore britannico, autore di oltre novanta film e tra i più importanti e influenti cineasti del XX secolo.

1

Nobel Laureate Elias Canetti on Our Fear of Being Touched, the Four Attributes of Crowds, and the Paradox of Why We Join Them