Ho deciso: vado in vacanza in un container Quest'estate, altro che soliti hotel, resort, villaggi vacanze e campeggi! TripAdvisor propone vacanze insolite, all'insegna dell'originalità e della spettacolarità: container, vecchie chiese e fari, #tripadvisor #viaggi #meteinsolite

Ho deciso: vado in vacanza in un container Quest'estate, altro che soliti hotel, resort, villaggi vacanze e campeggi! TripAdvisor propone vacanze insolite, all'insegna dell'originalità e della spettacolarità: container, vecchie chiese e fari, #tripadvisor #viaggi #meteinsolite

Termoli Luogo di incanto, di quiete e di tempeste, di riposo, luogo di pace. Di viole d'inverno, di fiori gialli come punti nei lidi.  Terra di legami. Ruvidi, profondi, robusti.  Un innamoramento. Archi, vicoli e piazze,vecchie fontane. Le Torri e il Castello, la Cattedrale e le Chiese. Il mare, il porto e Trabucchi.

Termoli Luogo di incanto, di quiete e di tempeste, di riposo, luogo di pace. Di viole d'inverno, di fiori gialli come punti nei lidi. Terra di legami. Ruvidi, profondi, robusti. Un innamoramento. Archi, vicoli e piazze,vecchie fontane. Le Torri e il Castello, la Cattedrale e le Chiese. Il mare, il porto e Trabucchi.

Nel nostro Agriturismo, in Asciano, è possibile respirare le vecchie tradizioni di questa terra, le influenze Etrushce e poi Romaniche ed ammirare le splendide opere d’arte che nel 1550 i De Medici, dopo aver preso il governo della Città, lasciarono.    A tutt’oggi Asciano è ricca di Chiese da visitare e di opere d’arte, il tutto contornato da una particolare atmosfera mistica.

Nel nostro Agriturismo, in Asciano, è possibile respirare le vecchie tradizioni di questa terra, le influenze Etrushce e poi Romaniche ed ammirare le splendide opere d’arte che nel 1550 i De Medici, dopo aver preso il governo della Città, lasciarono. A tutt’oggi Asciano è ricca di Chiese da visitare e di opere d’arte, il tutto contornato da una particolare atmosfera mistica.

« video » In un tempo molto,molto lontano, un tempo così antico che anche le rocce più vecchie non ne conservano traccia, il Creatore di tutte le cose convocò presso di sé le diverse categorie di spiriti che aveva deciso di destinare alla Terra. A ognuna chiese di formulare il più grande dei suoi...

« video » In un tempo molto,molto lontano, un tempo così antico che anche le rocce più vecchie non ne conservano traccia, il Creatore di tutte le cose convocò presso di sé le diverse categorie di spiriti che aveva deciso di destinare alla Terra. A ognuna chiese di formulare il più grande dei suoi...

1886 Ettore Roesler Franz - Porto di Ripetta dai Prati di Castello, con le chiese di San Girolamo degli Schiavoni, San Rocco e San Carlo a Corso. Sulla destra le vecchie case di Via Leccosa.

1886 Ettore Roesler Franz - Porto di Ripetta dai Prati di Castello, con le chiese di San Girolamo degli Schiavoni, San Rocco e San Carlo a Corso. Sulla destra le vecchie case di Via Leccosa.

Per raggiungere la pieve di San Cresci una bella strada accompagna il visitatore offrendogli uno spettacolo naturale di notevole fascino con le  vecchie querce che la fiancheggiano e i verdi decliv...

Per raggiungere la pieve di San Cresci una bella strada accompagna il visitatore offrendogli uno spettacolo naturale di notevole fascino con le vecchie querce che la fiancheggiano e i verdi decliv...

Chiesa di San Giovanni a Porta Latina,una delle più antiche chiese basilicali di Roma, eretta vicino a Porta Latina, nei pressi delle Mura aureliane, sulla Via Latina. Il portico medioevale e le navate della Basilica sono sostenuti da colonne classiche provenienti da costruzioni antiche della zona appartenenti, secondo la leggenda, ad un tempio di Diana, parzialmente spogliate a favore del Laterano alla fine del XVIII secolo. 1855

Chiesa di San Giovanni a Porta Latina,una delle più antiche chiese basilicali di Roma, eretta vicino a Porta Latina, nei pressi delle Mura aureliane, sulla Via Latina. Il portico medioevale e le navate della Basilica sono sostenuti da colonne classiche provenienti da costruzioni antiche della zona appartenenti, secondo la leggenda, ad un tempio di Diana, parzialmente spogliate a favore del Laterano alla fine del XVIII secolo. 1855

La Chiesa di Santa Maria della Visitazione, antica pieve romanica, fu riedificata varie volte a causa dei numerosi terremoti che hanno colpito Cascia e tutta la Valnerina, nulla però hanno potuto questi eventi funesti contro il profondo attaccamento alla chiesa da parte della comunità casciana, che ostinatamente si è impegnata a salvare le vecchie strutture riadattandole ai nuovi stili.

La Chiesa di Santa Maria della Visitazione, antica pieve romanica, fu riedificata varie volte a causa dei numerosi terremoti che hanno colpito Cascia e tutta la Valnerina, nulla però hanno potuto questi eventi funesti contro il profondo attaccamento alla chiesa da parte della comunità casciana, che ostinatamente si è impegnata a salvare le vecchie strutture riadattandole ai nuovi stili.

Alla scoperta dei tesori di Puglia per le Giornate del Fai

Alla scoperta dei tesori di Puglia per le Giornate del Fai

Un’invasione molto particolare in quanto, oltre alla visita guidata del centro storico, delle sei chiese ivi presenti e dei quattro imponenti palazzi nobiliari, sono state affisse a mò di manifesto, vecchie foto di angoli e scorci dei vicoli e delle piazze attraversate. Di fatti l’evento prende il nome di “Manifesti di memoria”, un modo per conoscere il presente anche con l’immagine fotografica del passato. #invasionidigitali #vallata #irpinia

Un’invasione molto particolare in quanto, oltre alla visita guidata del centro storico, delle sei chiese ivi presenti e dei quattro imponenti palazzi nobiliari, sono state affisse a mò di manifesto, vecchie foto di angoli e scorci dei vicoli e delle piazze attraversate. Di fatti l’evento prende il nome di “Manifesti di memoria”, un modo per conoscere il presente anche con l’immagine fotografica del passato. #invasionidigitali #vallata #irpinia

La cittadina di Troia custodisce numerosi tesori artistici che ne fanno uno dei più affascinanti borghi medioevali di tutta l’Italia meridionale. La “sua” maglietta, però, non poteva che essere ispirata alla splendida concattedrale (anno di fondazione 1093), tra le più belle chiese in stile romanico pugliese, ed al meraviglioso Rosone ad undici raggi, l’unico al mondo, tanto da essere raffigurato nelle vecchie banconote da 5.000 lire.

La cittadina di Troia custodisce numerosi tesori artistici che ne fanno uno dei più affascinanti borghi medioevali di tutta l’Italia meridionale. La “sua” maglietta, però, non poteva che essere ispirata alla splendida concattedrale (anno di fondazione 1093), tra le più belle chiese in stile romanico pugliese, ed al meraviglioso Rosone ad undici raggi, l’unico al mondo, tanto da essere raffigurato nelle vecchie banconote da 5.000 lire.

Un’invasione molto particolare in quanto, oltre alla visita guidata del centro storico, delle sei chiese ivi presenti e dei quattro imponenti palazzi nobiliari, sono state affisse a mò di manifesto, vecchie foto di angoli e scorci dei vicoli e delle piazze attraversate. Di fatti l’evento prende il nome di “Manifesti di memoria”, un modo per conoscere il presente anche con l’immagine fotografica del passato. #invasionidigitali #vallata #irpinia

Un’invasione molto particolare in quanto, oltre alla visita guidata del centro storico, delle sei chiese ivi presenti e dei quattro imponenti palazzi nobiliari, sono state affisse a mò di manifesto, vecchie foto di angoli e scorci dei vicoli e delle piazze attraversate. Di fatti l’evento prende il nome di “Manifesti di memoria”, un modo per conoscere il presente anche con l’immagine fotografica del passato. #invasionidigitali #vallata #irpinia

la Contrada Maggiore racchiude tesori inestimabili e conduce alla scoperta di angoli nascosti e suggestivi :chiese il chiostro un ex convento le vecchie mura di cinta il Castello e la Chiesa della Madonna delle Grazie qui raffigurata

la Contrada Maggiore racchiude tesori inestimabili e conduce alla scoperta di angoli nascosti e suggestivi :chiese il chiostro un ex convento le vecchie mura di cinta il Castello e la Chiesa della Madonna delle Grazie qui raffigurata

Un’invasione molto particolare in quanto, oltre alla visita guidata del centro storico, delle sei chiese ivi presenti e dei quattro imponenti palazzi nobiliari, sono state affisse a mò di manifesto, vecchie foto di angoli e scorci dei vicoli e delle piazze attraversate. Di fatti l’evento prende il nome di “Manifesti di memoria”, un modo per conoscere il presente anche con l’immagine fotografica del passato. #invasionidigitali #vallata #irpinia

Un’invasione molto particolare in quanto, oltre alla visita guidata del centro storico, delle sei chiese ivi presenti e dei quattro imponenti palazzi nobiliari, sono state affisse a mò di manifesto, vecchie foto di angoli e scorci dei vicoli e delle piazze attraversate. Di fatti l’evento prende il nome di “Manifesti di memoria”, un modo per conoscere il presente anche con l’immagine fotografica del passato. #invasionidigitali #vallata #irpinia

Un’invasione molto particolare in quanto, oltre alla visita guidata del centro storico, delle sei chiese ivi presenti e dei quattro imponenti palazzi nobiliari, sono state affisse a mò di manifesto, vecchie foto di angoli e scorci dei vicoli e delle piazze attraversate. Di fatti l’evento prende il nome di “Manifesti di memoria”, un modo per conoscere il presente anche con l’immagine fotografica del passato. #invasionidigitali #vallata #irpinia

Un’invasione molto particolare in quanto, oltre alla visita guidata del centro storico, delle sei chiese ivi presenti e dei quattro imponenti palazzi nobiliari, sono state affisse a mò di manifesto, vecchie foto di angoli e scorci dei vicoli e delle piazze attraversate. Di fatti l’evento prende il nome di “Manifesti di memoria”, un modo per conoscere il presente anche con l’immagine fotografica del passato. #invasionidigitali #vallata #irpinia

Un’invasione molto particolare in quanto, oltre alla visita guidata del centro storico, delle sei chiese ivi presenti e dei quattro imponenti palazzi nobiliari, sono state affisse a mò di manifesto, vecchie foto di angoli e scorci dei vicoli e delle piazze attraversate. Di fatti l’evento prende il nome di “Manifesti di memoria”, un modo per conoscere il presente anche con l’immagine fotografica del passato. #invasionidigitali #vallata #irpinia

Un’invasione molto particolare in quanto, oltre alla visita guidata del centro storico, delle sei chiese ivi presenti e dei quattro imponenti palazzi nobiliari, sono state affisse a mò di manifesto, vecchie foto di angoli e scorci dei vicoli e delle piazze attraversate. Di fatti l’evento prende il nome di “Manifesti di memoria”, un modo per conoscere il presente anche con l’immagine fotografica del passato. #invasionidigitali #vallata #irpinia

Pinterest
Cerca