Caccia con l'arco

Esplora argomenti correlati

Ricordiamo il maestro Luigi Caccia Dominioni, da poco scomparso, con un recente articolo che Domus ha pubblicato in occasione dei suoi 100 anni, incontrandolo per leggere insieme i dettagli di alcuni suoi edifici milanesi, diventati oggi limpidi esempi di buon costruire.

Ricordiamo il maestro Luigi Caccia Dominioni, da poco scomparso, con un recente articolo che Domus ha pubblicato in occasione dei suoi 100 anni, incontrandolo per leggere insieme i dettagli di alcuni suoi edifici milanesi, diventati oggi limpidi esempi di buon costruire.

Villa San Valerio è una tra le più belle dimore del Barocco lombardo che custodisce al suo interno un intervento di Luigi Caccia Dominioni degli anni Cinquanta. Il progetto del Caccia ridisegna e reinterpreta con grande maestria gli spazi settecentesch...

Villa San Valerio è una tra le più belle dimore del Barocco lombardo che custodisce al suo interno un intervento di Luigi Caccia Dominioni degli anni Cinquanta. Il progetto del Caccia ridisegna e reinterpreta con grande maestria gli spazi settecentesch...

Armi da caccia dei Boscimani. Disegno storico. Arco, frecce e faretra. Tipiche dei San, sono note per le frecce avvelenate con succo di euforbia o amarillis misto a veleno di serpente o di larve d'insetti. Lo stelo delle frecce misura normalmente ca. 50 cm, la punta può essere di differenti materiali: ossa di animali, ferro, raramente vetro. L'arco misura ca. un metro di lunghezza. Viene tenuto in posizione orizzontale.

Armi da caccia dei Boscimani. Disegno storico. Arco, frecce e faretra. Tipiche dei San, sono note per le frecce avvelenate con succo di euforbia o amarillis misto a veleno di serpente o di larve d'insetti. Lo stelo delle frecce misura normalmente ca. 50 cm, la punta può essere di differenti materiali: ossa di animali, ferro, raramente vetro. L'arco misura ca. un metro di lunghezza. Viene tenuto in posizione orizzontale.

LUIGI CACCIA DOMINIONI. VILLA SAN VALERIO on Behance

LUIGI CACCIA DOMINIONI. VILLA SAN VALERIO on Behance

A Pantelleria si va a caccia di calette incantate, l’Arco dell’Elefante (nella foto), il Laghetto delle Ondine con la piscina naturale,  l’insenatura della Scarpetta di Cenerentola. Ma è bello anche inerpicarsi lungo i sentieri a mezza costa della Montagna Grande, fra una selva di fichi d’india e finocchietto selvatico, fino alla grotta di Benikulà, una sauna naturale. Proseguendo, si arriva alle favare, spettacolari emissioni di vapore.

A Pantelleria si va a caccia di calette incantate, l’Arco dell’Elefante (nella foto), il Laghetto delle Ondine con la piscina naturale, l’insenatura della Scarpetta di Cenerentola. Ma è bello anche inerpicarsi lungo i sentieri a mezza costa della Montagna Grande, fra una selva di fichi d’india e finocchietto selvatico, fino alla grotta di Benikulà, una sauna naturale. Proseguendo, si arriva alle favare, spettacolari emissioni di vapore.

Freccia tradizionale legno tiro con l'arco di EngrossedDesigns

Traditional wood archery arrow, Elven Style Fantasy arrow, 55-60lb or 30-35lb, Hunting, Renaissance, Long Bow

Freccia tradizionale legno tiro con l'arco di EngrossedDesigns

Casa al Parco a Milano, 1947 - 1948: Ignazio Gardella e L. Ghiringhelli - Immagine dell'Archivio Storico Gardella, Milano

Casa al Parco a Milano, 1947 - 1948: Ignazio Gardella e L. Ghiringhelli - Immagine dell'Archivio Storico Gardella, Milano

Il governo regionale ha infatti in cantiere una modifica dell’attuale normativa, che va in senso esattamente opposto a quanto richiesto dal referendum, prevedendo l’aumento del numero di specie cacciabili, il prolungamento della stagione venatoria, la caccia con l’arco e quella a specie di uccelli protette a livello comunitario.

Il governo regionale ha infatti in cantiere una modifica dell’attuale normativa, che va in senso esattamente opposto a quanto richiesto dal referendum, prevedendo l’aumento del numero di specie cacciabili, il prolungamento della stagione venatoria, la caccia con l’arco e quella a specie di uccelli protette a livello comunitario.

Villa San Valerio è una tra le più belle dimore del Barocco lombardo che custodisce al suo interno un intervento di Luigi Caccia Dominioni degli anni Cinquanta. Il progetto del Caccia ridisegna e reinterpreta con grande maestria gli spazi settecentesch...

Villa San Valerio è una tra le più belle dimore del Barocco lombardo che custodisce al suo interno un intervento di Luigi Caccia Dominioni degli anni Cinquanta. Il progetto del Caccia ridisegna e reinterpreta con grande maestria gli spazi settecentesch...

Pinterest
Cerca