Pinterest • il catalogo mondiale delle idee

The Seed of the Areoi Paul Gauguin (French, 1848-1903) 1892. Oil on burlap

4
1
da La Repubblica

Una foto con Banksy, in posa con il gentleman dei fiori

Al contrario di quanto aveva annunciato con un messaggio in cui diceva di doversi fermare, Banksy ha colpito ancora. E torna con una nuova opera  apparsa stamattina nella zona di Hell'sKitchen, a New York, davanti al noto night club Huster. ''Waiting in vain...at the door of the club'' raffigur

1.3k
336
1

Christo nel suo studio di New York mostra uno dei lavori preparatori di The Floating Piers, l'installazione che reinterpreterà per circa due settimane il Lago d'Iseo nell'estate 2016 #thefloatingpiers #Christo

109
34
da NYTimes.com

In a New Performance Piece, Tilda Swinton Turns Fashion Into Art

Tilda Swinton's performance in "Cloakroom — Vestiaire Obligatoire," which opens Saturday in Paris, incorporates outerwear belonging to audience members.

21
14
da Foursquare

IAC

Nuova sede di IAC – InterActiveCorp - New York, Stati Uniti - 2007 - Gehry Partners LLP

23
1
da 22 Words

Recapping street artist Banksy’s October visit to New York City [5 pictures]

banksy day one

3
da Foursquare

The Barnes in Philadelphia

Giorgio de Chirico Italian, 1888–1978 Sophocles and Euripides 1925 Oil on canvas 28 7/8 x 23 3/4 in. (73.3 x 60.3 cm) BF575 © 2011 Artists Rights Society (ARS), New York / SIAE, Rome Image © 2013 The Barnes Foundation

54
3

“The banality of the banality of evil”, la nuova opera di Bansky a New York

da Milano - La Repubblica

Milano, ecco come sarà il campo di grano fra i grattacieli - Milano - Repubblica.it

Un campo di grano di cinque ettari tra i grattacieli di Porta Nuova a Milano, come mostrano questi rendering. È il nuovo progetto di arte ambientale dell'artista americana Agnes Denes, sperimentato per la prima volta a New York nel 1982. Wheatfield , il nome dell'opera mostrata nei rendering

Mutuato direttamente dalla riflessione di Walter Benjamin, ma messo al lavoro in una poetica complessa e teoricamente elaborata. È il concetto di “inconscio tecnologico”, con cui Franco Vaccari si confronta sin dal 1979. E che continua ad affascinarlo, come dimostra questo libro in progress.