Alcuni astronomi hanno scoperto una struttura talmente grande che secondo la moderna teoria cosmologica non dovrebbe neanche esistere. Utilizzando i dati provenienti dallo Sloan Digital Sky Survey, un team internazionale di ricercatori ha scoperto un ammasso di quasar - galassie giovani e attive - che si estende per 4 miliardi di anni luce.

Alcuni astronomi hanno scoperto una struttura talmente grande che secondo la moderna teoria cosmologica non dovrebbe neanche esistere. Utilizzando i dati provenienti dallo Sloan Digital Sky Survey, un team internazionale di ricercatori ha scoperto un ammasso di quasar - galassie giovani e attive - che si estende per 4 miliardi di anni luce.

L'ammasso stellare Prismis 24 appare sospeso sopra la gigantesca nebulosa NGC 6357 in una foto di Hubble del 2006. All'interno della nebulosa, situata nella costellazione dello Scorpione, a 8.000 anni luce da noi, sono nascoste centinaia di stelle massicce centinaia di volte più grandi del Sole, che riscaldano il gas che circonda l'ammasso creando la "bolla" cavernosa visibile in basso nell'immagine.

L'ammasso stellare Prismis 24 appare sospeso sopra la gigantesca nebulosa NGC 6357 in una foto di Hubble del 2006. All'interno della nebulosa, situata nella costellazione dello Scorpione, a 8.000 anni luce da noi, sono nascoste centinaia di stelle massicce centinaia di volte più grandi del Sole, che riscaldano il gas che circonda l'ammasso creando la "bolla" cavernosa visibile in basso nell'immagine.

Le Pleiadi, l'ammasso conoscito come "Le sette sorelle" L’ammasso stellare delle Pleiadi, anche noto come Messier 45 (M45), è uno dei più brillanti ammassi di stelle visibili nell’emisfero settentrionale. Consiste di molte stelle calde e giovani, che si s #merope #pleiadi #pleione #taygeta #maia

Le Pleiadi, l'ammasso conoscito come "Le sette sorelle" L’ammasso stellare delle Pleiadi, anche noto come Messier 45 (M45), è uno dei più brillanti ammassi di stelle visibili nell’emisfero settentrionale. Consiste di molte stelle calde e giovani, che si s #merope #pleiadi #pleione #taygeta #maia

L'ammasso stellare globulare Messier 92 ripreso dal telescopio spaziale Hubble. Crediti Nasa-ESA and the Hubble Heritage Team

L'ammasso stellare globulare Messier 92 ripreso dal telescopio spaziale Hubble. Crediti Nasa-ESA and the Hubble Heritage Team

Il satellite Gaia 'apre gli occhi' e scopre un ammasso stellare - NextMe

Il satellite Gaia 'apre gli occhi' e scopre un ammasso stellare - NextMe

ESO: Il primo pianeta trovato intorno a un gemello del Sole in un ammasso stellare - First Planet Found Around Solar Twin in Star Cluster

ESO: Il primo pianeta trovato intorno a un gemello del Sole in un ammasso stellare - First Planet Found Around Solar Twin in Star Cluster

Il telescopio da 2,2 metri dell'MPG/ESO all'Osservatorio dell'ESO di La Silla in Cile ha ottenuto questa ricca e variopinta veduta del brillante ammasso stellare NGC 3532. Alcune delle sue stelle sono caldissime e blu, ma molte delle più massicce sono divenute giganti rosse e brillano di colore arancione. Crediti: ESO/G. Beccari

Il telescopio da 2,2 metri dell'MPG/ESO all'Osservatorio dell'ESO di La Silla in Cile ha ottenuto questa ricca e variopinta veduta del brillante ammasso stellare NGC 3532. Alcune delle sue stelle sono caldissime e blu, ma molte delle più massicce sono divenute giganti rosse e brillano di colore arancione. Crediti: ESO/G. Beccari

L’ammasso stellare aperto M39 nel cielo del Cigno. | Antonio de Pieri

L’ammasso stellare aperto M39 nel cielo del Cigno. | Antonio de Pieri

L'Ammasso Stellare Delle Pleiadi, Star

L'Ammasso Stellare Delle Pleiadi, Star

C'è uno smile tra le stelle, la gravità disegna con la luce! Lo "smile" e i contorni di questa faccia che ci 'sorride' da miliardi di anni luce di distanza sono stati, per così dire, disegnati dai due 'occhi' al centro del cerchio: l'ammasso stellare SDSS J1038+4849, fotografato in questa recente immagine dal telescopio spaziale Hubble.

C'è uno smile tra le stelle, la gravità disegna con la luce

C'è uno smile tra le stelle, la gravità disegna con la luce! Lo "smile" e i contorni di questa faccia che ci 'sorride' da miliardi di anni luce di distanza sono stati, per così dire, disegnati dai due 'occhi' al centro del cerchio: l'ammasso stellare SDSS J1038+4849, fotografato in questa recente immagine dal telescopio spaziale Hubble.

l'ammasso stellare delle Pleiadi

l'ammasso stellare delle Pleiadi

Giganti splendenti  Fotografia di NASA, ESA, P. Crowther (University of Sheffield)  Il telescopio spaziale Hubble ha individuato nove enormi stelle nell'ammasso stellare R136, situato nella Grade Nube di Magellano, a circa 170.000 anni luce di distanza. Le nove stelle hanno una massa superiore a 100

Giganti splendenti Fotografia di NASA, ESA, P. Crowther (University of Sheffield) Il telescopio spaziale Hubble ha individuato nove enormi stelle nell'ammasso stellare R136, situato nella Grade Nube di Magellano, a circa 170.000 anni luce di distanza. Le nove stelle hanno una massa superiore a 100

Un Intero Ammasso Stellare Espulso dalla Sua Galassia – Entire Star Cluster Thrown Out of its Galaxy | DENEB Official ©

Un Intero Ammasso Stellare Espulso dalla Sua Galassia – Entire Star Cluster Thrown Out of its Galaxy | DENEB Official ©

M39: Ammasso Stellare Aperto nella Costellazione del Cigno - M39: Open Cluster in Cygnus

M39: Ammasso Stellare Aperto nella Costellazione del Cigno - M39: Open Cluster in Cygnus

Hubble, una cascata di diamanti: le stelle più luminose della galassia

Hubble, una cascata di diamanti: le stelle più luminose della galassia

Eta Carinae, una delle più note regioni di formazione stellare della Via Lattea, situata a 7500 anni luce dalla Terra. Osservando quest'area attraverso i raggi X, il telescopio spaziale Chandra vi ha individuato più di 14 mila stelle.  l'ammasso stellare Trumpler 15, suggerisce che alcuni degli astri massivi un tempo presenti nella regione siano esplosi in supernove. Inoltre, Chandra ha individuato sei potenziali stelle di neutroni, densi nuclei sovente lasciati dopo un'esplosione stellare.

Eta Carinae, una delle più note regioni di formazione stellare della Via Lattea, situata a 7500 anni luce dalla Terra. Osservando quest'area attraverso i raggi X, il telescopio spaziale Chandra vi ha individuato più di 14 mila stelle. l'ammasso stellare Trumpler 15, suggerisce che alcuni degli astri massivi un tempo presenti nella regione siano esplosi in supernove. Inoltre, Chandra ha individuato sei potenziali stelle di neutroni, densi nuclei sovente lasciati dopo un'esplosione stellare.

Pinterest
Cerca