Pinterest • il catalogo mondiale delle idee
da Foursquare

Parco Lambro

Il Parco Lambro è il più grande di Milano, uno dei luoghi preferiti dai milanesi, situato a est della città ne è il polmone verde. Negli anni della Controcultura vi viene organizzato un festival pop, una manifestazione cui aderiscono organizzazioni democratiche, politiche e culturali e cui partecipano per pochi giorni nel mese di giugno decine di migliaia di spettatori. Si avvicendano sul palco decine di «act», tra gruppi e solisti: nomi celebri come Alan Sorrenti, Premiata Forneria…

Macchie della pelle e quanto incide il sole : Settembre è il mese del bilancio, dopo il piacevole bagno di sole magari privo di protezioni adeguate, fa capolino l’arrivo di qualche nuova macchia e così i pazienti decidono di farsi visitare da specialisti per porvi rimedio. Ci sono due tipi di macchie cutanee, quelle che colpiscono prevalentemente dai 20 ai 45 anni e si definiscono di “gioventù”, e quelle che interessano una fascia di età...

2
3

Giulianova: ok della Regione alle procedure per la dichiarazione dello stato di emergenza - Attualità - Primo Piano

E' già da qualche mese che si parla di una commedia con Diane Keaton e Michael Douglas intitolata And So It Goes e incentrata, come piace di recente a Hollywood, sull'amore fra due individui che hanno superato la mezza età. Scritta dallo sceneggiatore di Qualcosa è cambiato Mark Andrus, avrebbe dovuto essere diretta da P.J. Hogan, che però si è tirato fuori dal progetto. La notizia di oggi è che il suo posto verrà preso da Rob Reiner, già legato al film nelle vesti di produttore.

da Foursquare

Jamaica

Nel cuore di Brera, a pochi passi dall’Accademia, il Jamaica è diventato nel secondo dopoguerra, il “Caffè degli artisti” di Milano, quando i caffè erano davvero i caffè e ci si andava per scambiare idee, secondo un “metodo” artistico che non ha (e non avrà) eguali al mondo: quadri in cambio di cibo, macchine fotografiche prese a, prestito, opere d’arte perse giocando a scopa, vino segnato a libretto. Anche il portabandiera della “Beat generation”, il poeta Allen Ginsberg, vi trascorre…

da Foursquare

Palazzina Liberty

Probabilmente il primo mercato alimentare di Milano, in dialetto milanese chiamato verzee, è in piazza del Duomo. È trasferito prima nei pressi all’Arcivescovado, oggi Piazza Fontana, e successivamente al Verziere, unico luogo che ancora conserva nella toponomastica la traccia del passato utilizzo. Nel ‘900, è Corso XXII Marzo, adiacente allo scalo merci di Porta Vittoria, a diventare l’area dedicata al mercato. In questa zona nel 1908, su progetto dell'Architetto Migliorini, è costruita la…

da Foursquare

Palazzo Degli Atelliani

Con l’Ultima Cena Leonardo da Vinci conquista il favore di Ludovico il Moro, che firma un atto di donazione in suo favore di una vigna, a pochi passi da Santa Maria delle Grazie. Siamo nel 1499 e le sedici pertiche avute in dono per l’opera svolta sono curate dallo stesso maestro, che proviene da famiglia di vignaioli. Molte sono le annotazioni del maestro su grappoli e vino, mentre in due rare mappe Leonardo compie calcoli per la determinazione precisa della superficie totale e nel…

da Foursquare

Piazza dei Mercanti

Caravaggio nel 1608 dà il nome di Orecchio di Dionisio a una grotta di Siracusa celebre per la straordinaria proprietà acustica: amplificare qualunque suono, consentendone il chiaro ascolto in prossimità del suo ingresso. Il portico del Palazzo della Ragione a Milano offre un effetto acustico altrettanto straordinario, noto ai milanesi come il "Telefono di Milano". Possiamo oggi sperimentarlo all'interno del colonnato, col viso rivolto verso la colonna che fa da angolo esterno del palazzo…

L’allievo preferito di Leonardo da Vinci, Gian Giacomo Caprotti, è il figlio del suo vignaiolo. Il maestro lo prende con sé quando ha dieci anni e lo educa all’arte in bottega. Il giovane più volte dà mostra di un carattere capriccioso e perciò viene paragonato a un piccolo diavolo, da cui il soprannome Salai. Il suo volto è per Leonardo di tale ispirazione che è impiegato come modello per diversi dipinti, tra cui San Giovanni Battista, Bacco e, secondo alcuni studiosi, Monna Lisa.

da Foursquare

Parco Sempione

"Ognuno si serve da sé": ecco la preistoria dei nostri self-service all'interno del Parco dell’Expo del 1906. Il ristorante automatico Perricelli era stato attrezzato per fornire piatti caldi, piatti freddi, vino e birra, caffè, brodi, cioccolata e liquori, ma la specialità erano i sandwich, lo street food del secolo scorso. L’Expo 1906 si tiene alle spalle del Castello Sforzesco (l'attuale Parco Sempione) e nell'area dove, alcuni anni dopo, viene costruita la Fiera di Milano.