I macchiaioli: il realismo italiano

Il movimento dei "macchiaioli" nasce a metà Ottocento al Caffè Michelangelo, a Firenze, da un gruppo di artisti, tra cui Giovanni Fattori, Silvestro Lega e Telemaco Signorini. Spinti dal desiderio di rinnovare la cultura pittorica italiana, rappresenteranno la maggiore espressione del realismo italiano, caratterizzato dalla produzione di piccole tele dal soggetto quotidiano e di ambientazione urbana e agreste e da una tecnica rapida e attenta alla composizione cromatica e luminosa della scena.
13 Pin10 Follower
Vincenzo Cabianca : Venezia ( 1863 )

Vincenzo Cabianca : Venezia ( 1863 )

Silvestro Lega, La strada di paese, 1890, Collezione privata.

Silvestro Lega, La strada di paese, 1890, Collezione privata.

Telemaco Signorini, La Nene.

Telemaco Signorini, La Nene.

Telemaco Signorini, Interno del paese di Riomaggiore.

Telemaco Signorini, Interno del paese di Riomaggiore.

Silvestro Lega, Giuseppe Mazzini morente, 1873, Helen M. Danforth Acquisition Fund.

Silvestro Lega, Giuseppe Mazzini morente, 1873, Helen M. Danforth Acquisition Fund.

Silvestro Lega, La visita, 1868, Roma, Galleria Nazionale d'Arte Moderna.

Silvestro Lega, La visita, 1868, Roma, Galleria Nazionale d'Arte Moderna.

Telemaco Signorini, Il ghetto di Firenze, 1882.

Telemaco Signorini, Il ghetto di Firenze, 1882.

Giovanni Fattori, La libecciata, 1885, Firenze, Galleria di Arte Moderna.

Giovanni Fattori, La libecciata, 1885, Firenze, Galleria di Arte Moderna.

Giovanni Fattori, Tramonto sul mare, 1895, Firenze, Palazzo Pitti.

Giovanni Fattori, Tramonto sul mare, 1895, Firenze, Palazzo Pitti.

Giovanni Fattori, Soldati francesi del '59, 1859, Collezione privata.

Giovanni Fattori, Soldati francesi del '59, 1859, Collezione privata.


Altre idee
Pinterest
Cerca