Se dici Elliot dici... Poesia!

Autori italiani e non, dei giorni che viviamo e di quelli che possiamo solo immaginare. Crediamo nella poesia, come genere e come stile, come attitudine e come necessità, per questo lavoriamo per dare spazio alle voci che riteniamo più indipendenti e originali tra quelle che si esprimono in versi. Sono la parte più coraggiosa di Elliot...
14 Pin607 Follower
Ha scritto poesie ma la sua vita è un romanzo. Nasce nel 1786 in una piccola città della Fiandra. Nel 1801 è in Guadalupa, sconvolta dalla rivolta degli schiavi, insieme alla madre, che poco dopo muore di febbre gialla. Tornata in Francia diventa attrice e chanteuse e si esibisce in numerosi teatri fra cui l’Opéra Comique. Autodidatta di talento, studia per la scena e compone versi e racconti. Perderà un figlio e sposerà due attori e si ritirerà dalle scene per scrivere. Muore a Parigi nel…

Ha scritto poesie ma la sua vita è un romanzo. Nasce nel 1786 in una piccola città della Fiandra. Nel 1801 è in Guadalupa, sconvolta dalla rivolta degli schiavi, insieme alla madre, che poco dopo muore di febbre gialla. Tornata in Francia diventa attrice e chanteuse e si esibisce in numerosi teatri fra cui l’Opéra Comique. Autodidatta di talento, studia per la scena e compone versi e racconti. Perderà un figlio e sposerà due attori e si ritirerà dalle scene per scrivere. Muore a Parigi nel…

Docente, sagggista, critico, poeta, in una parola: scrittore. In due: Renzo Paris  Sulla letteratura (On literature): «Conversazione con Renzo Paris» di Doriano Fasoli

Docente, sagggista, critico, poeta, in una parola: scrittore. In due: Renzo Paris Sulla letteratura (On literature): «Conversazione con Renzo Paris» di Doriano Fasoli

È nato nel 1952 a Piacenza e, una volta a Roma è stato tra gli animatori della cosiddetta “Scuola Romana di poesia”, che va da Pier Paolo Pasolini a Dario Bellezza, da Amelia Rosselli a Renzo Paris. Alcuni lo considerano un esempio del beat italiano, in tanti si stupiscono della mole del lavoro che ha svolto, con delle incursioni anche nella saggistica e nel cinema. "Tatuaggio profondo" (2014) è la sua ultima storia di un amore in poesia.

È nato nel 1952 a Piacenza e, una volta a Roma è stato tra gli animatori della cosiddetta “Scuola Romana di poesia”, che va da Pier Paolo Pasolini a Dario Bellezza, da Amelia Rosselli a Renzo Paris. Alcuni lo considerano un esempio del beat italiano, in tanti si stupiscono della mole del lavoro che ha svolto, con delle incursioni anche nella saggistica e nel cinema. "Tatuaggio profondo" (2014) è la sua ultima storia di un amore in poesia.

Nato nel 1958 in Danimarca, ha iniziato a scrivere poesie a 20 anni, in forte contrapposizione rispetto alle tendenze consumistiche della letteratura che denunciava e innovando il linguaggio della scrittura poetica della sua nazione e del mondo. Morto troppo presto, a soli 28 anni, ha lasciato 11 raccolte, di cui La velocità della vita è la prima.

Nato nel 1958 in Danimarca, ha iniziato a scrivere poesie a 20 anni, in forte contrapposizione rispetto alle tendenze consumistiche della letteratura che denunciava e innovando il linguaggio della scrittura poetica della sua nazione e del mondo. Morto troppo presto, a soli 28 anni, ha lasciato 11 raccolte, di cui La velocità della vita è la prima.

Un autore inedito in Italia, un giovane poeta che resterà tale nella storia della letteratura per la sua vita finita troppo presto. Nelle poesie de La velocità della vita la città e tutto quanto la costituisce diventano magia reale, un'atmosfera indistruttibilmente etera, con gli echi del punk anni '70 che il poeta animatore del movimento NÅ!!80 amava.

Un autore inedito in Italia, un giovane poeta che resterà tale nella storia della letteratura per la sua vita finita troppo presto. Nelle poesie de La velocità della vita la città e tutto quanto la costituisce diventano magia reale, un'atmosfera indistruttibilmente etera, con gli echi del punk anni '70 che il poeta animatore del movimento NÅ!!80 amava.

Viareggino di nascita e per scelta, scrive poesia, romanzi e anche quello che sta nel mezzo. Uno dei più originali e coinvolgenti poeti italiani degli ultimi dieci anni per la sua capacità di raccontare un mondo magico e assoluto dove tutto può accadere. Con Elliot ha pubblicato: Il disegnatore di alberi (2009), L'acqua alta (2011) e Lo scrittore di saggi (2012)

Viareggino di nascita e per scelta, scrive poesia, romanzi e anche quello che sta nel mezzo. Uno dei più originali e coinvolgenti poeti italiani degli ultimi dieci anni per la sua capacità di raccontare un mondo magico e assoluto dove tutto può accadere. Con Elliot ha pubblicato: Il disegnatore di alberi (2009), L'acqua alta (2011) e Lo scrittore di saggi (2012)

Nata in Belgio ma spagnola in tutto e per tutto, è filosofa, professoressa di Estetica e Teoria delle Arti, saggista e poetessa. Nel 2007 ha vito il Premio Nacional de la Critica per la poesia in Castigliano.

Nata in Belgio ma spagnola in tutto e per tutto, è filosofa, professoressa di Estetica e Teoria delle Arti, saggista e poetessa. Nel 2007 ha vito il Premio Nacional de la Critica per la poesia in Castigliano.

Un camion in corsa, lo scontro e la poesia che genera 28 personaggi, senza bisogno di fatti, senza la necessità di essere veri o dimostrati. Sono le parole ad essere sostanza di verità.

Un camion in corsa, lo scontro e la poesia che genera 28 personaggi, senza bisogno di fatti, senza la necessità di essere veri o dimostrati. Sono le parole ad essere sostanza di verità.

Il fumo bianco è quello di un incendio? Di un segnale inviato dagli ultimi vent'anni di storia italiana? È la polvere che si alza dal terremoto dell'Aquila? O è la nebbia di un paesaggio scandinavo? Forse è ognuna di queste cose e molto di più...

Il fumo bianco è quello di un incendio? Di un segnale inviato dagli ultimi vent'anni di storia italiana? È la polvere che si alza dal terremoto dell'Aquila? O è la nebbia di un paesaggio scandinavo? Forse è ognuna di queste cose e molto di più...

È un romanzo in versi o, meglio, è la semplice storia d’amore tra un poeta cinquantenne e un pittore venticinquenne trascritta per frammenti poetici. Ci sono sesso, droga, gelosia, speranze, delusioni, separazioni e ritorni, tanti luoghi e ancora più figure umane di contorno e di fondo. «Uno scrittore dalla voce così autenticamente anarchica da potersi persino concedere, dopo una vita urlata contro ogni Dio e ogni padrone, il lusso di un’irrequieta serenità», Giancarlo De Cataldo

È un romanzo in versi o, meglio, è la semplice storia d’amore tra un poeta cinquantenne e un pittore venticinquenne trascritta per frammenti poetici. Ci sono sesso, droga, gelosia, speranze, delusioni, separazioni e ritorni, tanti luoghi e ancora più figure umane di contorno e di fondo. «Uno scrittore dalla voce così autenticamente anarchica da potersi persino concedere, dopo una vita urlata contro ogni Dio e ogni padrone, il lusso di un’irrequieta serenità», Giancarlo De Cataldo


Altre idee
Pinterest
Cerca