"Cioè per dirti si creò una situazione, in Centocelle, straordinaria: perché il coprifuoco non esisteva a Centocelle, la sera in osteria ci vedevamo, mangiavamo, bevevamo, ci salutavamo col pugno chiuso, arrivavano i compagni con la camicia rossa o col fazzoletto rosso" Rosario Bentivegna (da Città di parole, Donzelli)

"Cioè per dirti si creò una situazione, in Centocelle, straordinaria: perché il coprifuoco non esisteva a Centocelle, la sera in osteria ci vedevamo, mangiavamo, bevevamo, ci salutavamo col pugno chiuso, arrivavano i compagni con la camicia rossa o col fazzoletto rosso" Rosario Bentivegna (da Città di parole, Donzelli)

Liberazione di Roma il 4 giugno 1944

World War II Tour (Rome, Anzio, Montecassino) 5 days - 4 nights

E se qualcuno, qualcuno dei suoi, la chiamava Ida Maria, era perché c’era qualcosa da fare, e da quel momento era Maria, una staffetta, la staffetta Maria, e fare qualcosa era quello che voleva, quello che le sembrava  non ci fosse altro da fare.

Sara Ginaite was a Jewish Lithuanian partisan who fought against Nazi occupation during the Second World War. Ginaite was born in 1924 in Kovno (Kaunas), Lithuania. She was educated in a Lithuanian-speaking school, which she was about to graduate.

Foto antiche roma centocelle alessandrino quarticciolo tortreteste (video)

Foto antiche roma centocelle alessandrino quarticciolo tortreteste (video)

Da casa sua, in via dei Pioppi, fino alla marrana era un momento, alla fine della strada, costeggiando l’acquedotto, era subito arrivata.  L’acquedotto, le pareti alte di secoli, la emozionava e le faceva ricordare che era a Roma, a Roma che  è qui che c’è stata la storia, e la riempivano di gioia il cielo sopra e l’erba incolta sotto.

Da casa sua, in via dei Pioppi, fino alla marrana era un momento, alla fine della strada, costeggiando l’acquedotto, era subito arrivata. L’acquedotto, le pareti alte di secoli, la emozionava e le faceva ricordare che era a Roma, a Roma che è qui che c’è stata la storia, e la riempivano di gioia il cielo sopra e l’erba incolta sotto.

L'amore che lei provava era così forte che dovette stringerlo a sé fino a quando le braccia non le si stancarono. Carson McCullers, Il cuore è un cacciatore solitario.

carson mc cullers, il cuore è un cacciatore solitario

Lo amerò da sola. / L'amore è un'occupazione solitaria. / L'amore ricambiato pesa su noi anime fino a schiacciarle. (Anedda)

Gabriella Ferri - Sinnò me moro

Cosí, al suo esordio narrativo, Paola Soriga si affida alla figura di una giovanissima staffetta partigiana, nella Roma che sta per essere liberata dall'occupazione tedesca, per dare nuova vita e necessità a un alfabeto di sentimenti che le parole di oggi non sanno piú nominare. E ci regala un romanzo che ha la distanza delle grandi storie e la vicinanza dell'unica, misteriosa, scintillante vita che è la nostra, in ogni tempo e in ogni luogo.

Dal campo di concentramento alla libertà la storia partigiana della 'staffetta' Sandra - Milano - Repubblica.it

Cosí, al suo esordio narrativo, Paola Soriga si affida alla figura di una giovanissima staffetta partigiana, nella Roma che sta per essere liberata dall'occupazione tedesca, per dare nuova vita e necessità a un alfabeto di sentimenti che le parole di oggi non sanno piú nominare. E ci regala un romanzo che ha la distanza delle grandi storie e la vicinanza dell'unica, misteriosa, scintillante vita che è la nostra, in ogni tempo e in ogni luogo.

Una processione, da tutti i quartieri  arrivavano le donne, i padri, i figli, da quando si era saputo che c’erano delle grotte, sulla via Ardeatina, piene di cadaveri, i morti uno sopra l’altro, centinaia, e avevano  fatto esplodere una bomba per tappare l’entrata, e ci avevano buttato sopra l’immondizia per coprire l’odore.

Una processione, da tutti i quartieri arrivavano le donne, i padri, i figli, da quando si era saputo che c’erano delle grotte, sulla via Ardeatina, piene di cadaveri, i morti uno sopra l’altro, centinaia, e avevano fatto esplodere una bomba per tappare l’entrata, e ci avevano buttato sopra l’immondizia per coprire l’odore.

l’antifascismo era per natura, per senso di giustizia, di solidarietà (non per caso)

l’antifascismo era per natura, per senso di giustizia, di solidarietà (non per caso)

- Questo è quel che oggi si chiama un partigiano, - disse un ex-alunno. [...] Ma tutti erano intenti, ognuno per suo conto, a pesare nella sua aerea sospensione quella nuova parola, nuova nell'acquisizione italiana, così tremenda e splendida nell'aria dorata. (Fenoglio)

- Questo è quel che oggi si chiama un partigiano, - disse un ex-alunno. [...] Ma tutti erano intenti, ognuno per suo conto, a pesare nella sua aerea sospensione quella nuova parola, nuova nell'acquisizione italiana, così tremenda e splendida nell'aria dorata. (Fenoglio)

Intervista a Repubblica TV di Paola Soriga: le migrazioni, negli anni '30 come oggi, arrivano spesso nei quartieri periferici delle città.

Intervista a Repubblica TV di Paola Soriga: le migrazioni, negli anni '30 come oggi, arrivano spesso nei quartieri periferici delle città.

#16ottobre1943

Warsaw Ghetto Uprising - Photo from Jürgen Stroop Report to Heinrich Himmler from May The original German caption reads: "Forcibly pulled out of dug-outs". One of the most famous pictures of World War II. People identified in the picture:

Pinterest
Search