A sud del confine, a ovest del sole

«Vorrei che arrivasse un avvoltoio cinese e si mangiasse il domani».
21 Pin2,98k Follower
Nat King Cole cantava Pretend. Non  capivamo affatto il significato di quelle parole in inglese,  che per noi erano come delle formule magiche. Adoravamo  quella canzone e l’avevamo ascoltata cosí tante volte  che riuscivamo a cantarla per imitazione.  Puritennyuahapiiuenyaburu  itiizunberihaatudu.  (Pretend you are happy when you are blue  it isn’t very hard to do).

Nat King Cole cantava Pretend. Non capivamo affatto il significato di quelle parole in inglese, che per noi erano come delle formule magiche. Adoravamo quella canzone e l’avevamo ascoltata cosí tante volte che riuscivamo a cantarla per imitazione. Puritennyuahapiiuenyaburu itiizunberihaatudu. (Pretend you are happy when you are blue it isn’t very hard to do).

Murakami Haruki, A sud del confine, a ovest del sole, Supercoralli - DISPONIBILE ANCHE IN EBOOK

Murakami Haruki, A sud del confine, a ovest del sole, Supercoralli - DISPONIBILE ANCHE IN EBOOK

C’era ancora il suo bicchiere del cocktail e nel  posacenere erano rimasti alcuni mozziconi delle Salem che  aveva fumato. Non dissi al cameriere di portarle via. Rimasi  a contemplare il leggero colore del suo rossetto rimasto  sul bicchiere e su quei mozziconi, senza riuscire a staccare  lo sguardo da lí. [Nel link: Duke Ellington in THE STAR-CROSSED LOVERS con Johnny Hodges]

C’era ancora il suo bicchiere del cocktail e nel posacenere erano rimasti alcuni mozziconi delle Salem che aveva fumato. Non dissi al cameriere di portarle via. Rimasi a contemplare il leggero colore del suo rossetto rimasto sul bicchiere e su quei mozziconi, senza riuscire a staccare lo sguardo da lí. [Nel link: Duke Ellington in THE STAR-CROSSED LOVERS con Johnny Hodges]

Il trio jazz aveva finito di eseguire Corcovado e i clienti  avevano iniziato ad applaudire. Succedeva sempre cosí, man  mano che si faceva notte, i musicisti si sentivano sempre  piú a loro agio e si creava un’atmosfera piú intima. Fra un  pezzo e l’altro, il pianista beveva vino rosso e il bassista si  accendeva una sigaretta. [Nel link Oscar Peterson e il suo trio in CORCOVADO. Roma, 1969]

Il trio jazz aveva finito di eseguire Corcovado e i clienti avevano iniziato ad applaudire. Succedeva sempre cosí, man mano che si faceva notte, i musicisti si sentivano sempre piú a loro agio e si creava un’atmosfera piú intima. Fra un pezzo e l’altro, il pianista beveva vino rosso e il bassista si accendeva una sigaretta. [Nel link Oscar Peterson e il suo trio in CORCOVADO. Roma, 1969]

Quando rientrai a casa, mia moglie mi stava aspettando  ancora sveglia. Era in pigiama e stava guardando la videocassetta  di Lawrence d’Arabia, con un cardigan sulle spalle.  Era la scena in cui Lawrence, dopo tante peripezie, riesce  ad attraversare il deserto e a raggiungere finalmente il Canale  di Suez. Yukiko aveva visto quel film già tre volte.  Diceva che era cosí bello che non si sarebbe mai stancata  di guardarlo. [Nel link una clip di Lawrence d'Arabia di David Lean]

Quando rientrai a casa, mia moglie mi stava aspettando ancora sveglia. Era in pigiama e stava guardando la videocassetta di Lawrence d’Arabia, con un cardigan sulle spalle. Era la scena in cui Lawrence, dopo tante peripezie, riesce ad attraversare il deserto e a raggiungere finalmente il Canale di Suez. Yukiko aveva visto quel film già tre volte. Diceva che era cosí bello che non si sarebbe mai stancata di guardarlo. [Nel link una clip di Lawrence d'Arabia di David Lean]

Ornava la parete un quadro impressionista che raffigurava un faro e una nave. Doveva essere un Seurat, probabilmente autentico. [Nel link la pagina di Wikipedia dedicata a Georges Seurat]

Ornava la parete un quadro impressionista che raffigurava un faro e una nave. Doveva essere un Seurat, probabilmente autentico. [Nel link la pagina di Wikipedia dedicata a Georges Seurat]

– Allora è la canzone in sé che non vuoi piú ascoltare?  – Diciamo che è cosí, – risposi.  – Un po’ come in Casablanca, insomma, – fece lui.  – Appunto.  Da allora, quando mi vedeva, ogni tanto suonava per  scherzo As Time Goes By. [Nel link: As Time Goes By eseguita da Dexter Gordon nel film Round Midnight]

– Allora è la canzone in sé che non vuoi piú ascoltare? – Diciamo che è cosí, – risposi. – Un po’ come in Casablanca, insomma, – fece lui. – Appunto. Da allora, quando mi vedeva, ogni tanto suonava per scherzo As Time Goes By. [Nel link: As Time Goes By eseguita da Dexter Gordon nel film Round Midnight]

Tutti, chi piú chi meno, cercano uno spazio immaginario. Vengono qui per vedere questo giardino artificiale, costruito ad arte, come sospeso nell’aria, e per  immergersi nella sua atmosfera di sogno. [Jerry Uelsmann, Untitled (floating tree over peapod),38.2cm× 46.7cm, 1969.]

Tutti, chi piú chi meno, cercano uno spazio immaginario. Vengono qui per vedere questo giardino artificiale, costruito ad arte, come sospeso nell’aria, e per immergersi nella sua atmosfera di sogno. [Jerry Uelsmann, Untitled (floating tree over peapod),38.2cm× 46.7cm, 1969.]

Fissai i miei occhi riflessi nello  specchio come non facevo da tempo, ma non riuscii a riconoscere il vero Hajime. [Nel link FILM, di Buster Keaton e Samuel Beckett]

Fissai i miei occhi riflessi nello specchio come non facevo da tempo, ma non riuscii a riconoscere il vero Hajime. [Nel link FILM, di Buster Keaton e Samuel Beckett]

Era solo  una canzone sul Messico e io pensavo che ci fosse chissà  che, a sud del confine.  – Tipo cosa?  Shimamoto si tirò i capelli indietro con le mani e li raccolse  mollemente sulla nuca. – Non lo so, magari qualcosa  di molto bello, grande e morbido. [Nel link: South of the Border, Charlie Parker]

Era solo una canzone sul Messico e io pensavo che ci fosse chissà che, a sud del confine. – Tipo cosa? Shimamoto si tirò i capelli indietro con le mani e li raccolse mollemente sulla nuca. – Non lo so, magari qualcosa di molto bello, grande e morbido. [Nel link: South of the Border, Charlie Parker]


Altre idee
Si chiamava Izumi. – Che bel nome! – le dissi quando  la incontrai la prima volta. – Se si gettasse una scure,  verrebbe fuori una fata! [Nel link la fiaba L'ASCIA D'ORO E L'ASCIA D'ARGENTO]

Si chiamava Izumi. – Che bel nome! – le dissi quando la incontrai la prima volta. – Se si gettasse una scure, verrebbe fuori una fata! [Nel link la fiaba L'ASCIA D'ORO E L'ASCIA D'ARGENTO]

Tutti vivono lí,  ma chi vive veramente è il deserto. Come nel film.  – Che film?  – IL DESERTO CHE VIVE, un documentario della Disney.  Non l’hai visto da piccola? [Nel link "la danza degli scorpioni" dal film di James Algar]

Tutti vivono lí, ma chi vive veramente è il deserto. Come nel film. – Che film? – IL DESERTO CHE VIVE, un documentario della Disney. Non l’hai visto da piccola? [Nel link "la danza degli scorpioni" dal film di James Algar]

Lawrence of Arabia Poster at AllPosters.com

Lawrence of Arabia

Lawrence of Arabia Poster at AllPosters.com

Nel tempo libero ascoltavo la musica e guardavo il cimitero  di Aoyama dalla finestra del mio soggiorno. Non  leggevo piú come una volta, trovavo difficile concentrarmi  sui libri. [Aoyama Cemetery by tokyofashion, via Flickr. Nel link il video AOYAMA CEMETERY di Hae Jung Hofman]

Nel tempo libero ascoltavo la musica e guardavo il cimitero di Aoyama dalla finestra del mio soggiorno. Non leggevo piú come una volta, trovavo difficile concentrarmi sui libri. [Aoyama Cemetery by tokyofashion, via Flickr. Nel link il video AOYAMA CEMETERY di Hae Jung Hofman]

Entrai con la macchina nel parcheggio di un bowling abbandonato.  Era un edificio simile a una rimessa di aeroplani  deserta, con un’insegna sul tetto raffigurante un enorme  birillo da bowling. «Che desolazione, – pensai, – sembra di  essere arrivati ai confini del mondo». La nostra era l’unica  macchina in quel vasto parcheggio. [Nel link il video Toyo Bowl Ruins, Kanagawa]

Entrai con la macchina nel parcheggio di un bowling abbandonato. Era un edificio simile a una rimessa di aeroplani deserta, con un’insegna sul tetto raffigurante un enorme birillo da bowling. «Che desolazione, – pensai, – sembra di essere arrivati ai confini del mondo». La nostra era l’unica macchina in quel vasto parcheggio. [Nel link il video Toyo Bowl Ruins, Kanagawa]

Fissai i miei occhi riflessi nello  specchio come non facevo da tempo, ma non riuscii a riconoscere il vero Hajime. [Nel link FILM, di Buster Keaton e Samuel Beckett]

Fissai i miei occhi riflessi nello specchio come non facevo da tempo, ma non riuscii a riconoscere il vero Hajime. [Nel link FILM, di Buster Keaton e Samuel Beckett]

Diners: Círculo de lectura Diners: Tokio Blues, música que baila a son de pasiones y encanto de muerte

Diners: Círculo de lectura Diners: Tokio Blues, música que baila a son de pasiones y encanto de muerte

Frank Sinatra, "South of the Border (Down Mexico Way)"

Frank Sinatra, "South of the Border (Down Mexico Way)"

South of the border, west of the sun (A sud del confine a nord del sole) - Murakami Haruki - 1992

:: A sud del confine, a ovest del sole, Haruki Murakami, (Einaudi, 2013) a cura di Micol Borzatta

South of the border, west of the sun (A sud del confine a nord del sole) - Murakami Haruki - 1992

Opening night at Birdland, the New York club named in honor of Charlie Parker. From left: Max Kaminsky, Lester Young, Lips Page, Charlie Parker, Lennie Tristano

Opening night at Birdland, the New York club named in honor of Charlie Parker. From left: Max Kaminsky, Lester Young, Lips Page, Charlie Parker, Lennie Tristano

Pinterest
Cerca