#Citazioni dal LIBRO D'AMORE

Vi ripopongo LE CITAZIONI DAL LIBRO DELL'AMORE. Chi é interessato mi contatti in privato ed invio GRATUITAMENTE i primi tre capitoli completi ed illustrati in un file. #amore #destino #citazioni #spirituale
31 Pins42 Followers
2.10) „Il vero Amore é superiore alle religioni e alle ideologie, perché esso non ha l’immagine del nemico. Gesú é rimasto da solo perché non ha creato odio contro nessuno, nemmeno contro chi lo ha giudicato, torturato ed ucciso. Disse: Ama il tuo nemico! Peró con l’amore emotivo é impossibile amare il nemico, emotivamente si puó solo odiarlo. Perció tutti quelli che hanno tentato di seguire sulla base emotiva il consiglio di Gesú „Ama il tuo nemico!” hanno vissuto una vita bugiarda e…

2.10) „Il vero Amore é superiore alle religioni e alle ideologie, perché esso non ha l’immagine del nemico. Gesú é rimasto da solo perché non ha creato odio contro nessuno, nemmeno contro chi lo ha giudicato, torturato ed ucciso. Disse: Ama il tuo nemico! Peró con l’amore emotivo é impossibile amare il nemico, emotivamente si puó solo odiarlo. Perció tutti quelli che hanno tentato di seguire sulla base emotiva il consiglio di Gesú „Ama il tuo nemico!” hanno vissuto una vita bugiarda e…

2.2.) „L’ „IO SONO” di ogni piccolo cuore battente privatamente é inseparabilmente collegato alla Fonte della Vita. Ognuno esiste nel tutt’uno. I singoli, anche se sono concentrati al sé, girando come una trottola indipendentemente, per quanto siano ostinati, egoisti e presuntuosi non possono distaccarsi mai dall’Unitá, perché senza tutt’uno non puo esistere nessun singolo. Bastano pochi secondi di mancanza d’amore e sei finito.

2.2.) „L’ „IO SONO” di ogni piccolo cuore battente privatamente é inseparabilmente collegato alla Fonte della Vita. Ognuno esiste nel tutt’uno. I singoli, anche se sono concentrati al sé, girando come una trottola indipendentemente, per quanto siano ostinati, egoisti e presuntuosi non possono distaccarsi mai dall’Unitá, perché senza tutt’uno non puo esistere nessun singolo. Bastano pochi secondi di mancanza d’amore e sei finito.

8.) "Non c’é consolazione per chi ha perso la persona amata. Ogni conforto é falso e debole. Lo é sopratutto la frase: „Il tempo guarisce tutto.” Non é vero. Questo tipo di ferita non guarisce mai. Col tempo il dolore si affievolisce, ma la sensazione di essere lacerato persiste.

8.) "Non c’é consolazione per chi ha perso la persona amata. Ogni conforto é falso e debole. Lo é sopratutto la frase: „Il tempo guarisce tutto.” Non é vero. Questo tipo di ferita non guarisce mai. Col tempo il dolore si affievolisce, ma la sensazione di essere lacerato persiste.

CITAZIONE DAL LIBRO D’AMORE (la prima volta in italiano!) 3.8) „Devi impegnarti molto, se vuoi fare amicizia con la tua anima. Si tratta di un’esperienza simile alla cattura e addomesticamento del Mustang, perché non si puó fare amicizia con i cavalli selvaggi. Non la vogliono. Esplicitamente non la vogliono. Si ribellano contro essa fino all’ultima forza. Sono terrorizzati e si danno alla fuga selvaggia. Bisogna insegnargli a „volere il  proprio bene”.

CITAZIONE DAL LIBRO D’AMORE (la prima volta in italiano!) 3.8) „Devi impegnarti molto, se vuoi fare amicizia con la tua anima. Si tratta di un’esperienza simile alla cattura e addomesticamento del Mustang, perché non si puó fare amicizia con i cavalli selvaggi. Non la vogliono. Esplicitamente non la vogliono. Si ribellano contro essa fino all’ultima forza. Sono terrorizzati e si danno alla fuga selvaggia. Bisogna insegnargli a „volere il proprio bene”.

3.4) „MA IO SONO IN DUE?!” Esistono due strade per trovare la risposta a questa domanda – tutte e due derivano dai mondi antichi, quindi vivono solo nel profondo dei nostri ricordi. Quasi non ci ricordiamo piú, cioé ci siamo dimanticati di noi stessi. Non abbiamo nessun esperienza dell’ „IO SONO”. Una delle strade é la strada delle tragedie: qui la purificazione tramite sofferenza (catarsi) ci fa realizzare chi siamo in realtá noi, e chi é quell’altro che viviamo al  posto di noi stessi.

3.4) „MA IO SONO IN DUE?!” Esistono due strade per trovare la risposta a questa domanda – tutte e due derivano dai mondi antichi, quindi vivono solo nel profondo dei nostri ricordi. Quasi non ci ricordiamo piú, cioé ci siamo dimanticati di noi stessi. Non abbiamo nessun esperienza dell’ „IO SONO”. Una delle strade é la strada delle tragedie: qui la purificazione tramite sofferenza (catarsi) ci fa realizzare chi siamo in realtá noi, e chi é quell’altro che viviamo al posto di noi stessi.

3.3) „Se una madre non ama se stessa, non puó amare nemmeno suo figlio. O esso diventa un peso e fastidio per lei, o lo ama „troppo”, giudicandolo continuamente lo priva della sua libertá anche nell’etá adulta. Tramite suo figlio vuole incassare l’amore che non é riuscita a dare a se stessa. La madre troppo premurosa esagera nel suo ruolo, come l’uomo religioso, che vuole compensare il vero amore con le opere buone.

3.3) „Se una madre non ama se stessa, non puó amare nemmeno suo figlio. O esso diventa un peso e fastidio per lei, o lo ama „troppo”, giudicandolo continuamente lo priva della sua libertá anche nell’etá adulta. Tramite suo figlio vuole incassare l’amore che non é riuscita a dare a se stessa. La madre troppo premurosa esagera nel suo ruolo, come l’uomo religioso, che vuole compensare il vero amore con le opere buone.

3.1) „La gente va e viene nella nostra vita. Gli sconosciuti diventano nostri amici, nostri compagni. L’uomo di cui non sapevi nemmeno il nome diventa il tuo marito. Era uno sconosciuto, nemmeno eri a conoscienza della sua esistenza, ora peró ti preoccuppi per lui, lo ami, sei arrabbiata con lui o temi per la sua vita. Pensi a lui ogni qual volta senti la parola Amore.

3.1) „La gente va e viene nella nostra vita. Gli sconosciuti diventano nostri amici, nostri compagni. L’uomo di cui non sapevi nemmeno il nome diventa il tuo marito. Era uno sconosciuto, nemmeno eri a conoscienza della sua esistenza, ora peró ti preoccuppi per lui, lo ami, sei arrabbiata con lui o temi per la sua vita. Pensi a lui ogni qual volta senti la parola Amore.

Raccolte: Google+

Raccolte: Google+

„Un cuore batte dentro di te, é il tuo proprio cuore e di nessun altro. Il tuo centro privato.  Se fa male, fa male solo a te, se sei felice o hai paura batte piu fortemente solo in te. La gente e gli animali, come ogni cosa hanno un tale centro, anche una cellula, un atomo, un fiocco di neve, un fiore o l’uragano lo hanno. Pure il pensiero ha il suo „cuore”, una vorticosa spirale d’energia. Tutto ha il suo proprio centro, che partorisce, alimenta, fa girare e voltare il suo mondo privato.

„Un cuore batte dentro di te, é il tuo proprio cuore e di nessun altro. Il tuo centro privato. Se fa male, fa male solo a te, se sei felice o hai paura batte piu fortemente solo in te. La gente e gli animali, come ogni cosa hanno un tale centro, anche una cellula, un atomo, un fiocco di neve, un fiore o l’uragano lo hanno. Pure il pensiero ha il suo „cuore”, una vorticosa spirale d’energia. Tutto ha il suo proprio centro, che partorisce, alimenta, fa girare e voltare il suo mondo privato.

10.) "Non sappiamo cos’é l’Amore, nessuno non lo sa, ne te ne io. Solo con questa „non sapienza” possiamo cautamente avvicinarci a esso.  Come strappando i petali del fiore con molta incertezza di „mi ama – non mi ama”, arriviamo all’ultimo petalo che ci da la conferma „MI AMA!” – partiamo insieme alla ricerca della nostra propria risposta vera. Durante questo cammino occorrono tutti i petali anche gli strappati.

10.) "Non sappiamo cos’é l’Amore, nessuno non lo sa, ne te ne io. Solo con questa „non sapienza” possiamo cautamente avvicinarci a esso. Come strappando i petali del fiore con molta incertezza di „mi ama – non mi ama”, arriviamo all’ultimo petalo che ci da la conferma „MI AMA!” – partiamo insieme alla ricerca della nostra propria risposta vera. Durante questo cammino occorrono tutti i petali anche gli strappati.

„Se lo amo, voglio stare insieme a lui, voglio soffrire insieme a lui, voglio morire insieme a lui, perché a me  crea piú sofferenza se me lo strappano via  l’Amore mio legato alla mia anima e al mio corpo, che di assumere qualsiasi inferno e sacrificio  insieme a lui.

„Se lo amo, voglio stare insieme a lui, voglio soffrire insieme a lui, voglio morire insieme a lui, perché a me crea piú sofferenza se me lo strappano via l’Amore mio legato alla mia anima e al mio corpo, che di assumere qualsiasi inferno e sacrificio insieme a lui.

7.) "Il fatto che invecchiando il nostro corpo diventa ammalato, sdentato, ceco e andicappato é accettabile in qualche modo. É difficile, ma che possiamo fare? Anche se amaramente, ma é accettabile che alla fine non possiamo piu reggere alla vita fisica e passiamo oltre la porta della morte. Nonostante tutte le nostre disperate proteste dentro di noi c’é la rassegnazione o forse la fiducia nascosta: succedra quel che deve succedere…

7.) "Il fatto che invecchiando il nostro corpo diventa ammalato, sdentato, ceco e andicappato é accettabile in qualche modo. É difficile, ma che possiamo fare? Anche se amaramente, ma é accettabile che alla fine non possiamo piu reggere alla vita fisica e passiamo oltre la porta della morte. Nonostante tutte le nostre disperate proteste dentro di noi c’é la rassegnazione o forse la fiducia nascosta: succedra quel che deve succedere…

6.) „Quanto é piú veró l’Amore, tanto piú lontano arriva nel tempo e nello spazio. Se ti amo e ti penso il mio messaggio puó raggiungere la tua anima anche dall’altra parte della citá, anzi  a volte pure dall’altra parte della Terra.  A causa di questa sincronicitá molto forte talvolta pensiamo contemporaneamente la stessa cosa. Il tempo e la distanza non hanno l’importanza."

6.) „Quanto é piú veró l’Amore, tanto piú lontano arriva nel tempo e nello spazio. Se ti amo e ti penso il mio messaggio puó raggiungere la tua anima anche dall’altra parte della citá, anzi a volte pure dall’altra parte della Terra. A causa di questa sincronicitá molto forte talvolta pensiamo contemporaneamente la stessa cosa. Il tempo e la distanza non hanno l’importanza."

3.2) „Quando chieseró a Dio: „Chi sei tu?”, rispose: „IO SONO.” Ció siginfica che la vita é essere consapevoli di se stessi. La consapevolezza di un uomo mediocre puó essere molto diversa da quella di un saggio risvegliato, ma a qualsiasi livello sia é sempre consapevolezza. In ognuno vive un mini „IO SONO”. Che sensazione é essere quel’altro uomo, potresti saperlo solo se fossi capace di entrare in piena empatia con esso, vivendo il suo „IO SONO”.

3.2) „Quando chieseró a Dio: „Chi sei tu?”, rispose: „IO SONO.” Ció siginfica che la vita é essere consapevoli di se stessi. La consapevolezza di un uomo mediocre puó essere molto diversa da quella di un saggio risvegliato, ma a qualsiasi livello sia é sempre consapevolezza. In ognuno vive un mini „IO SONO”. Che sensazione é essere quel’altro uomo, potresti saperlo solo se fossi capace di entrare in piena empatia con esso, vivendo il suo „IO SONO”.

2.11) „Quindi vedere con l’occhio divino significherebbe non avere emozioni? La rispota é: ni, le abbiamo e non le abbiamo. Ti ricordi come amavi quando eri bambino? Anche oggi sei capace di amare allo stesso modo, non dimentichiamo niente, tutto persiste, peró se hai vissuto bene, oggi senti e ami ben diversamente rispetto ad un bambino, anche se cé l’hai dentro il bambino. I registri della nostra anima non muoiono mai, sono tutti vivi e si fanno sentire quando ne abbiamo bisogno.

2.11) „Quindi vedere con l’occhio divino significherebbe non avere emozioni? La rispota é: ni, le abbiamo e non le abbiamo. Ti ricordi come amavi quando eri bambino? Anche oggi sei capace di amare allo stesso modo, non dimentichiamo niente, tutto persiste, peró se hai vissuto bene, oggi senti e ami ben diversamente rispetto ad un bambino, anche se cé l’hai dentro il bambino. I registri della nostra anima non muoiono mai, sono tutti vivi e si fanno sentire quando ne abbiamo bisogno.

Pinterest
Search