Michele Catti

Michele Catti (Palermo 1855-1914) si inserisce in quel filone di artisti del paesaggio dell'800 di cui facevano parte Francesco Lojacono (suo maestro), e Antonino Leto. Catti si discosta tuttavia dallo stile dei due celebri pittori, essendo le sue opere intrise di una certa malinconia e angoscia; non troviamo dunque la rappresentazione di splendidi e solari paesaggi estivi o primaverili, ma autunnali ed invernali, dove dominano colori freddi ed atmosfere plumbee.
La tonnarazza (GAM Palermo)

La tonnarazza (GAM Palermo)

N. Giannone, Ritratto di Michele Catti (olio su tela, 49x38 cm, GAM Palermo)

N. Giannone, Ritratto di Michele Catti (olio su tela, 49x38 cm, GAM Palermo)

Viale della Libertà (1895, olio su tela, 97x198 cm, collezione Circolo Artistico Palermo)

Viale della Libertà (1895, olio su tela, 97x198 cm, collezione Circolo Artistico Palermo)

Barche tra gli scogli (olio su tela, cm. 62x32 collezione Galleria Antonello Governale)

Barche tra gli scogli (olio su tela, cm. 62x32 collezione Galleria Antonello Governale)

Castel di Tusa (olio su tela, 29x49 cm, collezione privata)

Castel di Tusa (olio su tela, 29x49 cm, collezione privata)

Mondello (olio su tela, 30x55 cm, collezione Galleria Beatrice)

Mondello (olio su tela, 30x55 cm, collezione Galleria Beatrice)

Porta Nuova (1908, GAM Palermo)

Porta Nuova (1908, GAM Palermo)

Prova di scena (olio su tela, disperso)

Prova di scena (olio su tela, disperso)

Passeggiata autunnale (olio su tela, 34,5x55 cm, collezione privata)

Passeggiata autunnale (olio su tela, 34,5x55 cm, collezione privata)

Laguna (olio su tela, collezione privata)

Laguna (olio su tela, collezione privata)

Pinterest
Cerca