Pinterest • il catalogo mondiale delle idee

Piazza di Porta Capena

19 Pin39 Follower

Piazza di Porta Capena – Palazzo della FAO e stele di Axum Anno: 1950 ca.

Aggiunto ai Pin da

romasparita.eu

Piazza Porta Capena (1890 ca) Questa foto ripresa dal Palatino è davvero rara e mi sa che non l’avete mai vista. Sullo sfondo a sinistra le Terme di Caracalla, tutto a destra Santa Balbina, ma soprattutto in basso a destra, inglobata tra le case, la Torre della Moletta (Circo Massimo).

Aggiunto ai Pin da

romaierioggi.it

1916 Passegiata Archeologica a Porta Capena

Aggiunto ai Pin da

flickriver.com

1916 Passegiata Archeologica a Porta Capena

Aggiunto ai Pin da

flickriver.com

Descrizione: Piazza di Porta Capena. La Stele di Axum. Quando nel 1936 le truppe italiane conquistarono l’Etiopia, la stele di Axum venne tagliata in tronconi e trasportata a Roma via mare. 1940

Aggiunto ai Pin da

romasparita.eu

: Il Casino La Vignola Boccapaduli in Piazza di Porta Capena. Questo Casino, realizzato nel 1538 per Prospero Boccapaduli si trovava originariamente sul lato opposto della Piazza, dove ora c’è l’edificio della F.A.O. Fu smontato e ricostruito dove si trova ora nel 1911 Anno: ante 1911

Aggiunto ai Pin da

romasparita.eu

Piazza di Porta Capena – Installazione della stele di Axum Anno: 28 ottobre 1937

Aggiunto ai Pin da

romasparita.eu

: Piazza di Porta Capena – Installazione della stele di Axum Anno: 28 ottobre 1937

Aggiunto ai Pin da

romasparita.eu

Piazza di Porta Capena e Viale Aventino durante i lavori di sistemazione del 1934. Notare la casa a destra: è dentro il Circo Massimo Anno: 1934

Aggiunto ai Pin da

romasparita.eu

Mura Serviane a Porta Capena 1960 Porta Capena La Porta Capena era situata nell’attuale piazza di Porta Capena a Roma, nella zona dove si incontrano il colle Celio, il Palatino e l’Aventino. La sua probabile posizione era tra l'imbocco di via di Valle delle Camene e l'inizio di via delle Terme di Caracalla (nota come "Passeggiata Archeologica"), di fronte al lato curvo del Circo Massimo.

Salvato da

Claudio Calvelli