Bottega Onirica

Bottega Onirica

Bagnoregio (Vt) / Incantevoli trasformazioni di oggetti che abbandonano la loro funzione originaria per essere rivitalizzati da interventi di upcycling.
Bottega Onirica
Altre idee da Bottega
Il "trittico" ha partecipato a Contesteco e a Reefestival e a dicembre sarà presente presso lo spazio espositivo di "Altresì" a Nepi (VT).

Il "trittico" ha partecipato a Contesteco e a Reefestival e a dicembre sarà presente presso lo spazio espositivo di "Altresì" a Nepi (VT).

TELEPHONE

TELEPHONE

Floor lamp from bike wheel

Floor lamp from bike wheel

Questo oggetto da illuminazione è stato realizzato principalmente da due elementi. In sintonia con l’idea di voler recuperare attraverso la creatività oggetti dismessi, è stata utilizzata una base in legno scuro scovata nei mercatini delle pulci. Al di sopra, come paralume, è stata realizzata una struttura in legno e carta molto resistente, dalle linee geometriche. Presenta motivi ornamentali vegetali dipinti a mano che si fondono con il motivo decorativo della base.

Questo oggetto da illuminazione è stato realizzato principalmente da due elementi. In sintonia con l’idea di voler recuperare attraverso la creatività oggetti dismessi, è stata utilizzata una base in legno scuro scovata nei mercatini delle pulci. Al di sopra, come paralume, è stata realizzata una struttura in legno e carta molto resistente, dalle linee geometriche. Presenta motivi ornamentali vegetali dipinti a mano che si fondono con il motivo decorativo della base.

Lampada da tavolo in materiali riciclati e vintage che ha assunto un aspetto molto contemporaneo ed originale. La base è stata ottenuta riutilizzandone una in vecchio stile di legno scuro. Attraverso la pittura arancio abbiamo cambiato il suo aspetto e con il rivestimento in carta di riso è stato evidenziato un altro aspetto decorativo. Il paralume giallo valorizza e dà risalto al complemento d’illuminazione.

Lampada da tavolo in materiali riciclati e vintage che ha assunto un aspetto molto contemporaneo ed originale. La base è stata ottenuta riutilizzandone una in vecchio stile di legno scuro. Attraverso la pittura arancio abbiamo cambiato il suo aspetto e con il rivestimento in carta di riso è stato evidenziato un altro aspetto decorativo. Il paralume giallo valorizza e dà risalto al complemento d’illuminazione.

Lampada da tavolo, ottenuta applicando il principio del riuso per espletare una nuova funzione. Stile vintage, attribuisce al telefono realizzato da un noto designer italiano, la funzione di oggetto da illuminazione. Quella che sembra una semplice ed immediata sostituzione di significato, in verità è il frutto di un’attenta analisi sulla realtà oggettuale per trasformarla e consentire a ciò che dovrebbe finire gettato via di essere guardato sotto una nuova luce.

Lampada da tavolo, ottenuta applicando il principio del riuso per espletare una nuova funzione. Stile vintage, attribuisce al telefono realizzato da un noto designer italiano, la funzione di oggetto da illuminazione. Quella che sembra una semplice ed immediata sostituzione di significato, in verità è il frutto di un’attenta analisi sulla realtà oggettuale per trasformarla e consentire a ciò che dovrebbe finire gettato via di essere guardato sotto una nuova luce.

Questa lampada da tavolo è il frutto di un autentico riciclo creativo. Abbiamo reinterpretato un semplicissimo bicchiere di plastica, che in questo caso è diventato un originalissimo paralume. La struttura ad "X" è stata ottenuta lavorando con delle stecche di legno.

Questa lampada da tavolo è il frutto di un autentico riciclo creativo. Abbiamo reinterpretato un semplicissimo bicchiere di plastica, che in questo caso è diventato un originalissimo paralume. La struttura ad "X" è stata ottenuta lavorando con delle stecche di legno.

Complemento d’illuminazione ottenuto dall’assemblaggio e dalla riqualificazione artistica di vari elementi riciclati. La struttura lineare in acciaio è stata ridipinta nei toni del viola/prugna. Il paralume è stato dipinto ed interamente rivestito con carta di riso semplice. Il contrasto tra il bianco delle fibre della carta ed il nero del paralume, creano uno straordinario effetto “graffiti” che dà il nome all’oggetto di eco design.

Complemento d’illuminazione ottenuto dall’assemblaggio e dalla riqualificazione artistica di vari elementi riciclati. La struttura lineare in acciaio è stata ridipinta nei toni del viola/prugna. Il paralume è stato dipinto ed interamente rivestito con carta di riso semplice. Il contrasto tra il bianco delle fibre della carta ed il nero del paralume, creano uno straordinario effetto “graffiti” che dà il nome all’oggetto di eco design.

Complemento d’illuminazione ottenuto da una complessa elaborazione dei vari elementi che lo compongono e al quale abbiamo voluto aggiungere dei significati. Il tubo di corrugato è il gambo di un fiore che nasce all’interno di un vero vaso in plastica e sul quale è stato ricreato l’effetto della terra. Si tratta di un oggetto nato dalla volontà di testimoniare attraverso l’ecodesign ,una rinascita che in questo caso riguarda i cosiddetti materiali di “scarto”.

Complemento d’illuminazione ottenuto da una complessa elaborazione dei vari elementi che lo compongono e al quale abbiamo voluto aggiungere dei significati. Il tubo di corrugato è il gambo di un fiore che nasce all’interno di un vero vaso in plastica e sul quale è stato ricreato l’effetto della terra. Si tratta di un oggetto nato dalla volontà di testimoniare attraverso l’ecodesign ,una rinascita che in questo caso riguarda i cosiddetti materiali di “scarto”.

“Non ci deve essere un'arte staccata dalla vita: cose belle da guardare e cose brutte da usare.”B. Munari  Lampada da tavolo inconsueta  e bizzarra, prende il nome dalla funzione che dovevano assolvere gli elementi con i quali è stata realizzata. Dalle reinterpretazione della loro funzione originaria è stato creato un oggetto di ecodesign che ha sviluppato le potenzialità insite negli oggetti per donare loro una nuova vita.

“Non ci deve essere un'arte staccata dalla vita: cose belle da guardare e cose brutte da usare.”B. Munari Lampada da tavolo inconsueta e bizzarra, prende il nome dalla funzione che dovevano assolvere gli elementi con i quali è stata realizzata. Dalle reinterpretazione della loro funzione originaria è stato creato un oggetto di ecodesign che ha sviluppato le potenzialità insite negli oggetti per donare loro una nuova vita.