Musei

Archeoares gestisce due dei più importanti musei della città di Viterbo: il Museo Colle del Duomo (dal 2005) ed il Museo del Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa (dal 2008). Inoltre è l'unica a poter garantire l'ingresso al Palazzo dei Papi (Aula del Conclave e Loggia) e alle parti nascoste della Cattedrale di San Lorenzo (Coro barocco e Sagrestia).
39 Pin373 Follower
Bartolomeo Cavarozzi (1590–1625), 	 Virgin and Child,	oil,	Museo del Colle del Duomo, Viterbo

Bartolomeo Cavarozzi (1590–1625), Virgin and Child, oil, Museo del Colle del Duomo, Viterbo

Quest'anno tra le novità, come l'apertura a Natale, spuntano anche le certezze: giovedì 8 dicembre il Polo monumentale Colle del Duomo sarà regolarmente aperto, come sempre!! 🎅  ORARI: 10:00/13:00 - 15:00/18:00  www.archeoares.it

Quest'anno tra le novità, come l'apertura a Natale, spuntano anche le certezze: giovedì 8 dicembre il Polo monumentale Colle del Duomo sarà regolarmente aperto, come sempre!! 🎅 ORARI: 10:00/13:00 - 15:00/18:00 www.archeoares.it

Una delle sale del Museo delle Maioliche di Orvieto è dedicata alla Zaffera, tecnica pittorica mediante la quale il colore blu viene distribuito nel decoro in quantità tale da costituire un forte rilievo.  I pezzi esposti testimoniano tutte le tipologie possibili di zaffere: da quelle classiche, a quelle diluite, per finire alle lavorazioni cosiddette alla damaschina ed alla porcellana imitative di manufatti orientali.

Una delle sale del Museo delle Maioliche di Orvieto è dedicata alla Zaffera, tecnica pittorica mediante la quale il colore blu viene distribuito nel decoro in quantità tale da costituire un forte rilievo. I pezzi esposti testimoniano tutte le tipologie possibili di zaffere: da quelle classiche, a quelle diluite, per finire alle lavorazioni cosiddette alla damaschina ed alla porcellana imitative di manufatti orientali.

Come dimostrano queste stampe, nel corso degli anni la Macchina acquista maggiore complessità. Per 30 anni fu la famiglia Papini ad aggiudicarsi l’onere e l’onore della sua realizzazione.  CURIOSITA': alla morte di Angelo Papini, nel 1850, per la prima (e finora unica) volta nella storia fu una donna, la moglie Rosa, a condurre i facchini durante il trasporto della Macchina.

Come dimostrano queste stampe, nel corso degli anni la Macchina acquista maggiore complessità. Per 30 anni fu la famiglia Papini ad aggiudicarsi l’onere e l’onore della sua realizzazione. CURIOSITA': alla morte di Angelo Papini, nel 1850, per la prima (e finora unica) volta nella storia fu una donna, la moglie Rosa, a condurre i facchini durante il trasporto della Macchina.

Questo modellino rappresenta la prima macchina da noi conosciuta che venne portata in processione nel 1690: lo schema della struttura, in stile barocco, è ben diverso da quello a cui siamo abituati oggi e lo erano anche le dimensioni…!  CURIOSITA': Nonostante il termine “macchina” possa trarre in inganno, la struttura non ha alcun meccanismo, bensì si muove solo grazie alla forza umana! Il termine deriva dal latino “machina” che a sua volta giunse dal greco dorico delle colonie “makkanà”…

Questo modellino rappresenta la prima macchina da noi conosciuta che venne portata in processione nel 1690: lo schema della struttura, in stile barocco, è ben diverso da quello a cui siamo abituati oggi e lo erano anche le dimensioni…! CURIOSITA': Nonostante il termine “macchina” possa trarre in inganno, la struttura non ha alcun meccanismo, bensì si muove solo grazie alla forza umana! Il termine deriva dal latino “machina” che a sua volta giunse dal greco dorico delle colonie “makkanà”…

L’antico palazzetto sede del Sodalizio e del museo è situato in piazza San Pellegrino, nel cuore del quartiere medievale di Viterbo: entrate e vi ritroverete immersi nel clima e nella magia del 3 settembre, quando i nostri facchini portano la Macchina di Santa Rosa in processione per il centro della città.   Di cosa stiamo parlando? Date un’occhiata qui: http://www.archeoares.it/museo-del-sodalizio-dei-facchini-di-s-rosa/

L’antico palazzetto sede del Sodalizio e del museo è situato in piazza San Pellegrino, nel cuore del quartiere medievale di Viterbo: entrate e vi ritroverete immersi nel clima e nella magia del 3 settembre, quando i nostri facchini portano la Macchina di Santa Rosa in processione per il centro della città. Di cosa stiamo parlando? Date un’occhiata qui: http://www.archeoares.it/museo-del-sodalizio-dei-facchini-di-s-rosa/

Il restyling del Museo del Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa: più spazio per i modellini delle macchine, la cassetta usata per la prova di forza, le didascalie nuove con qrcode che rimandano ai video dei trasporti del passato, una postazione tecnologica... insomma, un vero e proprio rinnovamento!! Cosa aspettate a venire a vederlo dal vivo?!

Il restyling del Museo del Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa: più spazio per i modellini delle macchine, la cassetta usata per la prova di forza, le didascalie nuove con qrcode che rimandano ai video dei trasporti del passato, una postazione tecnologica... insomma, un vero e proprio rinnovamento!! Cosa aspettate a venire a vederlo dal vivo?!

Ora anche il mondo del golf conosce Archeoares, il Polo monumentale Colle del Duomo e la Tuscia!!   Grazie a Guidagolf per aver pubblicato la nostra pubblicità!!

Ora anche il mondo del golf conosce Archeoares, il Polo monumentale Colle del Duomo e la Tuscia!! Grazie a Guidagolf per aver pubblicato la nostra pubblicità!!

Alla mostra "Sculture preziose. Oreficeria sacra nel Lazio dal XIV al XVIII secolo", che si terrà in Vaticano fino al 30 giugno 2015, saranno esposti anche preziosi provenienti dal Museo Colle del Duomo di Viterbo.

Alla mostra "Sculture preziose. Oreficeria sacra nel Lazio dal XIV al XVIII secolo", che si terrà in Vaticano fino al 30 giugno 2015, saranno esposti anche preziosi provenienti dal Museo Colle del Duomo di Viterbo.

Pinterest
Cerca