Niccolo', che è anche presidente dell'Accademia delle Arti, vince alla Fiera Mondiale di Vienna un diploma di merito per il vino che produce nelle sue quattro tenute vinicole in Toscana.

Niccolo', che è anche presidente dell'Accademia delle Arti, vince alla Fiera Mondiale di Vienna un diploma di merito per il vino che produce nelle sue quattro tenute vinicole in Toscana.

1867_ Orazio Antinori poliedrico esploratore dallo spirito pionieristico fonda a Firenze la Società Geografica Italiana. Orazio, nato nel 1811, lasciò scritto che "poche ebrezze sono comparabili a quella di colui che si mette in cammino per inoltrarsi verso paesi ignoti".

1867_ Orazio Antinori poliedrico esploratore dallo spirito pionieristico fonda a Firenze la Società Geografica Italiana. Orazio, nato nel 1811, lasciò scritto che "poche ebrezze sono comparabili a quella di colui che si mette in cammino per inoltrarsi verso paesi ignoti".

1863_Piero, figlio di Niccolò, insieme a suo fratello Ludovico e a Guglielmo Guerrini, marito della sorella Ottavia, fondano l'attuale Marchesi Antinori, chiamata in origine Marchesi L&P Antinori

1863_Piero, figlio di Niccolò, insieme a suo fratello Ludovico e a Guglielmo Guerrini, marito della sorella Ottavia, fondano l'attuale Marchesi Antinori, chiamata in origine Marchesi L&P Antinori

1850 La famiglia Antinori aggiunge alle proprietà di famiglia  molte piccole fattorie con vigne nel Chianti Classico, che includono Paterno, Santa Maria, Poggio Niccolini e 47 ettari a Tignanello, che vanno ad estendere la proprietà divenendo l’attuale Tenuta di Tignanello.

1850 La famiglia Antinori aggiunge alle proprietà di famiglia molte piccole fattorie con vigne nel Chianti Classico, che includono Paterno, Santa Maria, Poggio Niccolini e 47 ettari a Tignanello, che vanno ad estendere la proprietà divenendo l’attuale Tenuta di Tignanello.

1848 Niccolo', figlio di Vincenzio, partecipa attivamente alla politica e combatte nella prima guerra d'indipendenza contro l'Austria, presso Curtatone e Montanara.

1848 Niccolo', figlio di Vincenzio, partecipa attivamente alla politica e combatte nella prima guerra d'indipendenza contro l'Austria, presso Curtatone e Montanara.

1753 Nasce l'Accademia dei Georgofili, la più vecchia accademia del vino del mondo, di cui gli Antinori fanno parte. Viene fondata dall'Abate Ubaldo Montelatici dando grande spinta alla produzione vinicola in Toscana.

1753 Nasce l'Accademia dei Georgofili, la più vecchia accademia del vino del mondo, di cui gli Antinori fanno parte. Viene fondata dall'Abate Ubaldo Montelatici dando grande spinta alla produzione vinicola in Toscana.

Fu per volontà del Granduca Pietro Leopoldo di Lorena che tra il 1765 e il 1820 vennero costruite le due grandi ali, dette 'Rondò', che abbracciano la piazza e la Palazzina della Meridiana a Palazzo Pitti.

Fu per volontà del Granduca Pietro Leopoldo di Lorena che tra il 1765 e il 1820 vennero costruite le due grandi ali, dette 'Rondò', che abbracciano la piazza e la Palazzina della Meridiana a Palazzo Pitti.

1740 In questi anni Niccolò Antinori acquista una tenuta vicino a Firenze che chiama Villa Antinori.

1740 In questi anni Niccolò Antinori acquista una tenuta vicino a Firenze che chiama Villa Antinori.

Francesco Redi, poeta rinascimentale, dottore di corte e recensore vinicolo ufficiale per il regnante Granduca Cosimo III dei Medici, loda i vini Antinori nel suo poema comico-lirico 'Bacco in Toscana' dicendo: "La d'Antinoro….d'un Canajuol maturo, spremo un mosto sì puro che ne'vetri zampilla salta, spumeggia e brilla!"

Francesco Redi, poeta rinascimentale, dottore di corte e recensore vinicolo ufficiale per il regnante Granduca Cosimo III dei Medici, loda i vini Antinori nel suo poema comico-lirico 'Bacco in Toscana' dicendo: "La d'Antinoro….d'un Canajuol maturo, spremo un mosto sì puro che ne'vetri zampilla salta, spumeggia e brilla!"

La Giustizia: la quarta ed ultima virtù, che vede in mano una spada ed una bilancia, rappresenta la Giustizia, accanto alla quale vi è la figura dell'Inganno (la persona a sinistra con gambe simili alla coda di un serpente, viso mascherato e con in mano dei fiori dentro i quali vi è nascosto un serpente).

La Giustizia: la quarta ed ultima virtù, che vede in mano una spada ed una bilancia, rappresenta la Giustizia, accanto alla quale vi è la figura dell'Inganno (la persona a sinistra con gambe simili alla coda di un serpente, viso mascherato e con in mano dei fiori dentro i quali vi è nascosto un serpente).

Pinterest
Cerca