Nel 1956 sbarca a Napoli O' Lion ovvero Luis Vinicio messosi in luce per le sue grandi doti da realizzatore segnando 69 gol in 152 partite andando la prima volta in rete al suo esordio con il Napoli dopo soli 40secondi in una partita contro il Torino.  Nella sua successiva r carriera da allenatore guidò il Napoli al secondo posto in classifica nel 1974 sfiorando il sogno scudetto

Nel 1956 sbarca a Napoli O' Lion ovvero Luis Vinicio messosi in luce per le sue grandi doti da realizzatore segnando 69 gol in 152 partite andando la prima volta in rete al suo esordio con il Napoli dopo soli 40secondi in una partita contro il Torino. Nella sua successiva r carriera da allenatore guidò il Napoli al secondo posto in classifica nel 1974 sfiorando il sogno scudetto

Il primo idolo dei tifosi il paraguayano (oriundo italiano) Attila Sallustro giocò con gli azzurri dal 1926 al 1937 con 280 presenze e 108 goal con la maglia del Napoli

Il primo idolo dei tifosi il paraguayano (oriundo italiano) Attila Sallustro giocò con gli azzurri dal 1926 al 1937 con 280 presenze e 108 goal con la maglia del Napoli

Bruno Pesaola soprannominato il Petisso (il piccoletto) ha legato la sua storia professionale al Napoli sia come giocatore che come allenatore disputando 240 partite con gli azzurri ma è da allenatore  che ottiene i migliori risultati,  vincendo nel 62 il primo trofeo della storia del club la Coppa Italia e nel 66 il primo trofeo internazionale la coppa delle Alpi e portando per la prima  volta nella storia il Napoli al secondo posto in classifica infine nel 77 vincerà con gli azzurri la…

Bruno Pesaola soprannominato il Petisso (il piccoletto) ha legato la sua storia professionale al Napoli sia come giocatore che come allenatore disputando 240 partite con gli azzurri ma è da allenatore che ottiene i migliori risultati, vincendo nel 62 il primo trofeo della storia del club la Coppa Italia e nel 66 il primo trofeo internazionale la coppa delle Alpi e portando per la prima volta nella storia il Napoli al secondo posto in classifica infine nel 77 vincerà con gli azzurri la…

Hesse Jeppson è stato un calciatore di nazionalità svedese acquistato dal Napoli nel 1952 dell'Atalanta per la considerevole cifra di 105 milioni di lire a causa di questa somma pagata i tifosi lo ribattezzato IL BANCO DI NAPOLI a sottolineare che da solo valeva quanto l'intero capitale dell'istituto di credito. In 4 stagioni ha realizzato 52 reti con gli azzurri  siglando gol difficilissimi ma anche sbagliando gol estremamente semplici questa sua alternanza di rendimento portò alla…

Hesse Jeppson è stato un calciatore di nazionalità svedese acquistato dal Napoli nel 1952 dell'Atalanta per la considerevole cifra di 105 milioni di lire a causa di questa somma pagata i tifosi lo ribattezzato IL BANCO DI NAPOLI a sottolineare che da solo valeva quanto l'intero capitale dell'istituto di credito. In 4 stagioni ha realizzato 52 reti con gli azzurri siglando gol difficilissimi ma anche sbagliando gol estremamente semplici questa sua alternanza di rendimento portò alla…

L'amore infinito dei tifosi per la squadra

L'amore infinito dei tifosi per la squadra

Antonio Vojak attaccante nato a Pola (quando l' Istria era ancora italiana) è stato il primo grande bomber del Napoli ed è ancora il miglior cannoniere del Napoli in serie A con 102 goal

Antonio Vojak attaccante nato a Pola (quando l' Istria era ancora italiana) è stato il primo grande bomber del Napoli ed è ancora il miglior cannoniere del Napoli in serie A con 102 goal

La prima formazione ufficiale del Napoli anno 1926: PORTIERI Vittorio Pelvi, Favi  DIFENSORI Paulo Innocenti, Leslie Walter               Minter, Giuseppe Pirandello  CENTROCAMPISTI	Letterio Catapano Roberto Di Martino Anton Kreutzer 	Jaquinto 	Marra Valente 	Silvestri Pollio 	Ermanno Latella Mario Costa  ATTACCANTI	Giulio Bobbio Domenico Gariglio Ernesto Ghisi Osvaldo Sacchi Attila Sallustro Gorini Bertolero Vincenzo Venturi. La squadra chiuse ultima il girone A di I Divisione con 1 solo…

La prima formazione ufficiale del Napoli anno 1926: PORTIERI Vittorio Pelvi, Favi DIFENSORI Paulo Innocenti, Leslie Walter Minter, Giuseppe Pirandello CENTROCAMPISTI Letterio Catapano Roberto Di Martino Anton Kreutzer Jaquinto Marra Valente Silvestri Pollio Ermanno Latella Mario Costa ATTACCANTI Giulio Bobbio Domenico Gariglio Ernesto Ghisi Osvaldo Sacchi Attila Sallustro Gorini Bertolero Vincenzo Venturi. La squadra chiuse ultima il girone A di I Divisione con 1 solo…

Stadio San Paolo, attuale impianto del club  azzurro, fu battezzato come stadio del Sole, cambiò successivamente denominazione per celebrare la tradizione secondo la quale San Paolo avrebbe raggiunto l'Italia attraccando nella zona dell'attuale Fuorigrotta. La struttura venne inaugurata il 6 dicembre 1959, con la gara di campionato fra Napoli e Juventus, terminata 2-1 per gli azzurri.

Stadio San Paolo, attuale impianto del club azzurro, fu battezzato come stadio del Sole, cambiò successivamente denominazione per celebrare la tradizione secondo la quale San Paolo avrebbe raggiunto l'Italia attraccando nella zona dell'attuale Fuorigrotta. La struttura venne inaugurata il 6 dicembre 1959, con la gara di campionato fra Napoli e Juventus, terminata 2-1 per gli azzurri.

Enrico Colombari fu il primo costoso acquisto della storia partenopea; pagato 265.000 lire (cifra astronomica per l'epoca) per questo soprannominato dai tifosi "O' banc e Napule" disputerà 7 stagioni con la maglia azzurra

Enrico Colombari fu il primo costoso acquisto della storia partenopea; pagato 265.000 lire (cifra astronomica per l'epoca) per questo soprannominato dai tifosi "O' banc e Napule" disputerà 7 stagioni con la maglia azzurra

Giorgio Ascarelli; fu il principale promotore della fondazione e primo presidente del Napoli calcio. Dopo la prematura morte gli fu intitolato a furor di popolo lo Stadio da lui costruito

Giorgio Ascarelli; fu il principale promotore della fondazione e primo presidente del Napoli calcio. Dopo la prematura morte gli fu intitolato a furor di popolo lo Stadio da lui costruito

Pinterest
Cerca