Pinterest • il catalogo mondiale delle idee

Questo disegno rappresenta uno schema generale delle varie tipologie dei templi greci. In base al numero di colonne presenti sul lato frontale il tempio si definisce tetrastilo (4 colonne), esastilo (6), octastilo (8), decastilo (10) e dodecastilo (12)

4

Questa immagine rappresenta Atene in tutto il suo splendore o come pensiamo che fosse

3

Nomenclatura della parte interna del tempio greco.

2

Differenza fra i tre ordini principali dell'arte greca. A partire da sinisstra abbiamo lo stilo dorico (più antico), stile ionico (leggermente successivo) e lo stile corinzio (V secolo a. C. circa). Essi si differenziano nella base (non presente nello stile dorico), nel fusto e nel capitello.

2

Particolare di un capitello dorico arcaico della cosiddetta basilica di Paestum (Tempio di Hera)

2

Vista dell'Acropoli di Atene. L'acropoli venne posta su una rocca micenea con attorno una recinzione ciclopica. Non era una residenza reale ma ospitava i santuari della città: era quindi un luogo religioso. Era un simbolo della grande ricchezza di Atene, fu la sede, per decisione di Pericle, del tesoro della Lega Delio-Attica. Ha grandi dimensioni e comprende innumerevoli edifici.

1

Le cariatidi sono conservate al Museo dell'Acropoli, ad Atene. Facevano parte della loggia dell'Eretteo.

1

E' il tempio di Atena NIke, vicino ai propilei, a pochi metri dalle rocce a strapiombo che caratterizzano l'Acropoli. Età circa 425 a.C. in ordine ionico, è un tempietto anfiprostilo tetrastilo ornato nei fregi di preziosi

1

Eretteo; V secolo (421-404) a.C.; tempio prostilo esastilo ionico in marmo Pentelico. Era dedicato alla dea Atena Poliade (protettrice della città).

1

La loggia delle cariatidi si aggiunge al corpo centrale dell'Eretteo, sul versante meridionale. Ogni cariatide ( "statua femminile, oppure busto di donna terminato inferiormente in erma, o colonna, o prisma e usato a sorreggere architravi) è alta circa 2 m.

1