Pinterest • il catalogo mondiale delle idee

Schema generale dei vasi greci

3

Aggiunto ai Pin da

siena-art.com

Oinochoe a labbro trilobato, 625‑600 a.C. Museo del Louvre, Parigi. Oinochoe: piccolo vaso con un manico alto, veniva usato per attingere vino o acqua nei vasi di maggiori dimensioni quali i crateri.

1

Aggiunto ai Pin da

en.wikipedia.org

Cratere a calice, 400-375 a.C. Museo del Louvre, Parigi. Cratere: il principe dei vasi antichi. La sua caratteristica è di avere la bocca larga di diametro superiore alla pancia. In tal modo era facilmente utilizzato per servire a tavola sia portate di cibo cotto sia vino e altri liquidi. In base alla posizione e alla forma dei manici (sempre pari a due) il cratere veniva detto a volute, a calice, a colonnette (o kelebe) o a campana.

1

Aggiunto ai Pin da

ancienthistory.about.com

Anfora panatenaica, 530–520 a.C. British Museum, Londra.

1

Salvato da

Angela Zaniboni

l'Olpe di Chigi, brocca in ceramica policroma, 640 a.C. Museo Nazionale di Villa Giulia, Roma.

1
1

Salvato da

Angela Zaniboni

l'Olpe di Chigi, brocca in ceramica policroma, 640 a.C. Museo Nazionale di Villa Giulia, Roma.

1

Aggiunto ai Pin da

mizuiko.blogspot.com

Il vaso del Dipylon o anfora del Dipylon è un'anfora greca, prototipo dello stile tardo geometrico, ritrovata nella necropoli ateniese del Dipylon e datata al 750 a.C. circa. È considerato il capolavoro del Maestro del Dipylon ed è conservato nel Museo archeologico nazionale di Atene.

Aggiunto ai Pin da

wikiwand.com

Lekythos a sfondo bianco, proveniente dall'Attica, ca. 480/470 a.C. Museo archeologico nazionale di Atene. Lekythos: piccolo vaso di forma allungata ad un manico per contenere profumi e unguenti.

Aggiunto ai Pin da

lionofchaeronea.tumblr.com

Ariballi globulari, collezione Campana. Museo del Louvre, Parigi.

Salvato da

Angela Zaniboni

Kylix di Euergides, ca. 500 a.C. British Museum, Londra. Kylix: vaso a forma di coppa utilizzato per servire a tavola.

Aggiunto ai Pin da

greek-recipe.com