Leon Tolstoy and Anton Chekov (Gaspara, Russia,1901)

Count Lev Nikolayevich Tolstoy: September 1828 – November 1910 was a Russian writer who primarily wrote novels & short stories. Anton Pavlovich Chekhov: January 29 1860 – 15 July 1904 was a Russian physician, dramatist and author.

Elisa Baglioni Anton Pavlovič Čechov fu il nipote di un servo della gleba riscattatosi con caparbietà dopo anni di duro lavoro. Il padre, caduto in disgrazia quando Anton era adolescente, abbandonò la famiglia. Da Taganrog, città portuale sul mare d’Azov che lo aveva iniziato a un’umanità variopinta, il futuro scrittore si trasferì a Mosca. Qui [...]

Elisa Baglioni Anton Pavlovič Čechov fu il nipote di un servo della gleba riscattatosi con caparbietà dopo anni di duro lavoro. Il padre, caduto in disgrazia quando Anton era adolescente, abbandonò la famiglia. Da Taganrog, città portuale sul mare d’Azov che lo aveva iniziato a un’umanità variopinta, il futuro scrittore si trasferì a Mosca. Qui [...]

Non ci meravigliamo, quindi, se il più sofisticato tra gli autori africani d'oggi, il nigeriano/statunitense Teju Cole, ha scelto un proverbio yoruba come titolo del suo primo libro...

Teju Cole’s prismatic début novel, “Open City.

GAMMM (gammm.org) è un blog di traduzioni e letteratura di ricerca che nasce dall’incontro di Gherardo Bortolotti, Alessandro Broggi, Marco Giovenale, Massimo Sannelli e Michele Zaffarano e che, dopo l’uscita di Sannelli dalla redazione, vede l’arrivo di Andrea Inglese e Andrea Raos. Inizia a postare nel 2006 cercando di dare espressione ad alcune inquietudini che sembrano, ancora oggi, abitare la comunità degli autori italiani.

GAMMM (gammm.org) è un blog di traduzioni e letteratura di ricerca che nasce dall’incontro di Gherardo Bortolotti, Alessandro Broggi, Marco Giovenale, Massimo Sannelli e Michele Zaffarano e che, dopo l’uscita di Sannelli dalla redazione, vede l’arrivo di Andrea Inglese e Andrea Raos. Inizia a postare nel 2006 cercando di dare espressione ad alcune inquietudini che sembrano, ancora oggi, abitare la comunità degli autori italiani.

È tutto questo ciò che compone e che è la forma-libro di Ex voto: un vero e proprio sito del trauma, si diceva, dove i segni, linguistici e grafici, portano l’ustione viva del contatto con la morte e la malattia, e lo traducono qui per la prima volta in un senso antropologicamente, e quindi linguisticamente, primitivo

È tutto questo ciò che compone e che è la forma-libro di Ex voto: un vero e proprio sito del trauma, si diceva, dove i segni, linguistici e grafici, portano l’ustione viva del contatto con la morte e la malattia, e lo traducono qui per la prima volta in un senso antropologicamente, e quindi linguisticamente, primitivo

Proprio la presa d’atto della sempre imperfetta coincidenza fra le nostre pratiche discorsive e il mondo, e dunque dell’inutilità della “frase di Wittgenstein” appunto, è il motivo scatenante dell’accesso di follia che, nel breve racconto di Bernhard Camminare, del 1971, mina definitivamente le facoltà intellettuali del protagonista Karrer

Proprio la presa d’atto della sempre imperfetta coincidenza fra le nostre pratiche discorsive e il mondo, e dunque dell’inutilità della “frase di Wittgenstein” appunto, è il motivo scatenante dell’accesso di follia che, nel breve racconto di Bernhard Camminare, del 1971, mina definitivamente le facoltà intellettuali del protagonista Karrer

Torna in libreria Sotto il vulcano, di Malcolm Lowry, con la nuova traduzione di Marco Rossari. E il traduttore ha il merito di spolverare la vecchia versione (quella di Giorgio Monicelli uscita presso la stessa Feltrinelli, nella collana “I narratori” nel ’61), donarle ritmo, sveltezza, rendere meglio gli sdruccioli dell’ebbrezza, via via più completa, più obliosa

Torna in libreria Sotto il vulcano, di Malcolm Lowry, con la nuova traduzione di Marco Rossari. E il traduttore ha il merito di spolverare la vecchia versione (quella di Giorgio Monicelli uscita presso la stessa Feltrinelli, nella collana “I narratori” nel ’61), donarle ritmo, sveltezza, rendere meglio gli sdruccioli dell’ebbrezza, via via più completa, più obliosa

Maria Teresa Carbone L'Italia è un paese dove si legge, in media, molto poco. Lo vediamo quando osserviamo i passeggeri di una metropolitana o di un treno, e non possiamo fare a meno di notare quanto siano rare le persone che hanno in mano un libro. E ce lo ricordano impietose le statistiche anno dopo anno, [...]

BookBed by Ruth Beale at Peckham Platform January 2014

Eros ed elaborazione delle informazioni - Alfabeta2

Eros ed elaborazione delle informazioni -

Nello Speciale: Antonella Francini, Lincoln nel Bardo. Intervista all'autore Dario De Marco, Dr George e Mr Saunders Lincoln nel Bardo. Intervista all'autore Antonella Francini Lo scorso 17 ottobre, il Man Booker Prize, prestigioso premio letterario britannico, è stato assegnato a Lincoln nel Bardo di George Saunders, un libro che ha riscosso una notevole attenzione anche [...]

George Saunders commencement speech at Syracuse University goes viral

Tommaso Pincio - L’innocenza degli oggetti

Tommaso Pincio - L’innocenza degli oggetti

Claudio Canal Anarchismo islamico? Islam anarchico? I tempi non sono propizi per discuterne, soverchiati come siamo da una variante dell’Islam feroce e nazistoide. Ma inquietudini e movimenti di stile anarchico hanno spesso attraversato società musulmane, nel secolo scorso – come documenta il bellissimo libro di Ilham Khuri-Makdisi, The Eastern Mediterranean and the Making of Global [...]

l’anarchica Leda Rafanelli

Claudio+Panella+A+giudicare+dallo+scarso+rilievo+che+i+media

Claudio+Panella+A+giudicare+dallo+scarso+rilievo+che+i+media

Scrittura industriale e industria editoriale - Alfabeta2

Scrittura industriale e industria editoriale - Alfabeta2

Pinterest
Search