Cassa integrazione e disoccupati: Fiat, Fiom e modello Pomigliano

14 Pin405 Follower
Reddito di cittadinanza, 600 euro a chi non ha lavoro: il disegno di legge M5S

Reddito di cittadinanza, 600 euro a chi non ha lavoro: il disegno di legge M5S

Disoccupati, in cinque anni sono aumentati di 1,2 milioni. Pil giù dell'1,8%

Disoccupati, in cinque anni sono aumentati di 1,2 milioni. Pil giù dell'1,8%

Serbia, Argentina, Bulgaria. Una buona fetta delle produzioni del servizio pubblico sono in realtà girate all'estero per risparmiare. Fino al 20%, tra costi di manodopera e location. Ma ogni serie si traduce in lavoro perso e incassi mancati, denuncia il Clic, Coordinamento Lavoratori Industria Cineaudiovisivo. Fino a 5 milioni di euro per un prodotto come "Terra Ribelle", tra imposte, lavoro e indotto. Ambientata in Maremma è stata in realtà girata nelle pampas

Serbia, Argentina, Bulgaria. Una buona fetta delle produzioni del servizio pubblico sono in realtà girate all'estero per risparmiare. Fino al 20%, tra costi di manodopera e location. Ma ogni serie si traduce in lavoro perso e incassi mancati, denuncia il Clic, Coordinamento Lavoratori Industria Cineaudiovisivo. Fino a 5 milioni di euro per un prodotto come "Terra Ribelle", tra imposte, lavoro e indotto. Ambientata in Maremma è stata in realtà girata nelle pampas

Dopo il referendum di Pomigliano del 2010, gli iscritti della Fiom sono stati discriminati. Nessuno di loro è stato assunto nella nuova società che produce il nuovo modello di Panda, ma dall'interno dello stabilimento di G.B. Vico arrivano grida di aiuto: turni massacranti, umiliazioni e ricatti costanti. Ecco la denuncia del sindacato.

Dopo il referendum di Pomigliano del 2010, gli iscritti della Fiom sono stati discriminati. Nessuno di loro è stato assunto nella nuova società che produce il nuovo modello di Panda, ma dall'interno dello stabilimento di G.B. Vico arrivano grida di aiuto: turni massacranti, umiliazioni e ricatti costanti. Ecco la denuncia del sindacato.

Comprereste un limoncello made in Repubblica Ceca? Il famoso infuso di scorze di limoni è parte integrante della tradizione liquoristica italiana e l’origine ha il suo peso, anche ai fini commerciali. Eppure presto succederà proprio questo con il Limoncè, la più famosa marca di limoncello che traslocherà oltre confine per finire proprio nella ex Cecoslovacchia, come effetto della chiusura dello stabilimento triestino della Stock

Comprereste un limoncello made in Repubblica Ceca? Il famoso infuso di scorze di limoni è parte integrante della tradizione liquoristica italiana e l’origine ha il suo peso, anche ai fini commerciali. Eppure presto succederà proprio questo con il Limoncè, la più famosa marca di limoncello che traslocherà oltre confine per finire proprio nella ex Cecoslovacchia, come effetto della chiusura dello stabilimento triestino della Stock

La scelta di delocalizzare la produzione è sempre più presa in considerazione dalle aziende italiane, scelte che quasi sempre finiscono con acquisizioni. Ripercorriamo grazie ai dati forniti dalla Coldiretti 16 grandi casi a partire dal 1988.

La scelta di delocalizzare la produzione è sempre più presa in considerazione dalle aziende italiane, scelte che quasi sempre finiscono con acquisizioni. Ripercorriamo grazie ai dati forniti dalla Coldiretti 16 grandi casi a partire dal 1988.

Ci avevano garantito che firmando l’accordo per Fabbrica Italia Pomigliano avrebbero dato lavoro a tutti. Ora non ce la facciamo più. Non riusciamo a mettere il piatto a tavola”. E’ l’urlo dei lavoratori della Plastic Components – Magneti Marelli di Napoli, indotto primario di Fiat

Ci avevano garantito che firmando l’accordo per Fabbrica Italia Pomigliano avrebbero dato lavoro a tutti. Ora non ce la facciamo più. Non riusciamo a mettere il piatto a tavola”. E’ l’urlo dei lavoratori della Plastic Components – Magneti Marelli di Napoli, indotto primario di Fiat

Fiat, Marchionne non molla: no alla riassunzione dei 145 operai Fiom. Qualsiasi ulteriore assunzione comporterebbe il contemporaneo ricorso alla cassa integrazione

Fiat, Marchionne non molla: no alla riassunzione dei 145 operai Fiom. Qualsiasi ulteriore assunzione comporterebbe il contemporaneo ricorso alla cassa integrazione

Il tunnel nero del lavoro in un anno 30 mila disoccupati in più

Il tunnel nero del lavoro in un anno 30 mila disoccupati in più - Repubblica.it

Il tunnel nero del lavoro in un anno 30 mila disoccupati in più

Cassa integrazione finita: da luglio   8 mila lavoratori senza sostegno

Cassa integrazione finita: da luglio 8 mila lavoratori senza sostegno


Altre idee
Pinterest
Cerca