Poggiodomo e il suo territorio ~ Umbria Italy

Lungo il versante orientale del Monte Coscerno, arroccato su uno sperone di roccia nella tipica posizione dei castelli di poggio sorge Poggiodomo, che vanta due primati: è uno dei più piccoli comuni d`Italia ed è il comune più alto in quota della Valnerina. Il centro storico di Poggiodomo è costituito da un castello fondato nel XIII secolo, che faceva parte del territorio di Cascia fino all`epoca dell'occupazione francese, quando fu eretto a comune autonomo.
18 Pin221 Follower
Roccatamburo è una frazione del Comune di Poggiodomo. Roccatamburo sorge su uno sperone che rapidamente degrada su tre lati.Due sentieri in ripidissimo pendio scendono verso il fondovalle, raggiungendo l`Eremo della Madonna della Stella.

Roccatamburo è una frazione del Comune di Poggiodomo. Roccatamburo sorge su uno sperone che rapidamente degrada su tre lati.Due sentieri in ripidissimo pendio scendono verso il fondovalle, raggiungendo l`Eremo della Madonna della Stella.

Lungo il versante orientale del Monte Coscerno, arroccato su uno sperone di roccia nella tipica posizione dei castelli di poggio sorge Poggiodomo, che vanta due primati: è uno dei più piccoli comuni d’Italia ed è il comune più alto in quota della Valnerina. Il centro storico è costituito da un castello fondato nel XIII secolo, che faceva parte del territorio di Cascia fino all'epoca dell'occupazione francese, quando fu eretto a comune…

Lungo il versante orientale del Monte Coscerno, arroccato su uno sperone di roccia nella tipica posizione dei castelli di poggio sorge Poggiodomo, che vanta due primati: è uno dei più piccoli comuni d’Italia ed è il comune più alto in quota della Valnerina. Il centro storico è costituito da un castello fondato nel XIII secolo, che faceva parte del territorio di Cascia fino all'epoca dell'occupazione francese, quando fu eretto a comune…

Panoramio - Photos by La Valnerina Umbria

Panoramio - Photos by La Valnerina Umbria

Incontro tra San Pietro e San Paolo - Chiesa di San Salvatore, Usigni - Poggiodomo

Incontro tra San Pietro e San Paolo - Chiesa di San Salvatore, Usigni - Poggiodomo

Le vicende storiche dell`Eremo della Madonna della Stella risalgono al secolo VIII quando, alla confluenza di Valle Noce e Valle Marta, lungo gli antichi itinerari che, provenienti da Leonessa e Cascia, confluivano verso il Castaldato Pontano e quindi verso Spoleto, sorse il Monasterium S. Benedicti in Faucibus o in Vallibus, soggetto all`Abbazia di S. Pietro di Ferentillo fatta edificare nel 720 dal duca Faroaldo...http://www.lavalnerina.it/dett_luogo.php?id_item=63

Le vicende storiche dell`Eremo della Madonna della Stella risalgono al secolo VIII quando, alla confluenza di Valle Noce e Valle Marta, lungo gli antichi itinerari che, provenienti da Leonessa e Cascia, confluivano verso il Castaldato Pontano e quindi verso Spoleto, sorse il Monasterium S. Benedicti in Faucibus o in Vallibus, soggetto all`Abbazia di S. Pietro di Ferentillo fatta edificare nel 720 dal duca Faroaldo...http://www.lavalnerina.it/dett_luogo.php?id_item=63

La Chiesa di San Salvatore si trova ad Usigni, nel Comune di Poggiodomo. Esterna all’abitato, con la sua mole e l’eleganza delle sue forme rispecchia il lustro ed il potere di colui che commissionò l’opera: il cardinale Fausto Poli, segretario privato di Papa Urbano VIII e devoto di Santa Rita da Cascia, della cui causa di beatificazione fu promotore… http://www.lavalnerina.it/dett_luogo.php?id_item=75

La Chiesa di San Salvatore si trova ad Usigni, nel Comune di Poggiodomo. Esterna all’abitato, con la sua mole e l’eleganza delle sue forme rispecchia il lustro ed il potere di colui che commissionò l’opera: il cardinale Fausto Poli, segretario privato di Papa Urbano VIII e devoto di Santa Rita da Cascia, della cui causa di beatificazione fu promotore… http://www.lavalnerina.it/dett_luogo.php?id_item=75

L`Oasi naturalistica dei Monti Coscerno ed Aspra è un territorio che sorprende quasi sempre chi non ci vive o ci lavora, e talvolta anche costoro. Chi direbbe, di questi tempi, che lassù possono crescere i mirtilli e volare ancora le aquile, quanti possono ancora aspettarsi in Umbria un luogo, così vicino alle pianure e alle città, dove continuare a trovare le foreste e le coturnici dell’Appennino? http://www.lavalnerina.it/dett_luogo.php?id_item=102

L`Oasi naturalistica dei Monti Coscerno ed Aspra è un territorio che sorprende quasi sempre chi non ci vive o ci lavora, e talvolta anche costoro. Chi direbbe, di questi tempi, che lassù possono crescere i mirtilli e volare ancora le aquile, quanti possono ancora aspettarsi in Umbria un luogo, così vicino alle pianure e alle città, dove continuare a trovare le foreste e le coturnici dell’Appennino? http://www.lavalnerina.it/dett_luogo.php?id_item=102

Panoramio - Photos by La Valnerina Umbria

Panoramio - Photos by La Valnerina Umbria

La Chiesa di San Carlo Borromeo che si trova a Poggiodomo, uno dei comuni più piccoli d`Italia e fa parte dell’originario nucleo del castello medievale. La Chiesa di San Carlo Borromeo presenta l`interno a navata unica, con nove altari lignei barocchi dei sec. XVII e XVIII, donati da famiglie del luogo… http://www.lavalnerina.it/dett_luogo.php?id_item=77

La Chiesa di San Carlo Borromeo che si trova a Poggiodomo, uno dei comuni più piccoli d`Italia e fa parte dell’originario nucleo del castello medievale. La Chiesa di San Carlo Borromeo presenta l`interno a navata unica, con nove altari lignei barocchi dei sec. XVII e XVIII, donati da famiglie del luogo… http://www.lavalnerina.it/dett_luogo.php?id_item=77

Lungo il versante orientale del Monte Coscerno, arroccato su uno sperone di roccia nella tipica posizione dei castelli di poggio sorge Poggiodomo, che vanta due primati: è uno dei più piccoli comuni d`Italia ed è il comune più alto in quota della Valnerina. Il centro storico è costituito da un castello fondato nel XIII secolo, che faceva parte del territorio di Cascia fino all'epoca dell'occupazione francese, quando fu eretto a comune…

Lungo il versante orientale del Monte Coscerno, arroccato su uno sperone di roccia nella tipica posizione dei castelli di poggio sorge Poggiodomo, che vanta due primati: è uno dei più piccoli comuni d`Italia ed è il comune più alto in quota della Valnerina. Il centro storico è costituito da un castello fondato nel XIII secolo, che faceva parte del territorio di Cascia fino all'epoca dell'occupazione francese, quando fu eretto a comune…


Altre idee
Lungo il versante orientale del Monte Coscerno, arroccato su uno sperone di roccia nella tipica posizione dei castelli di poggio sorge Poggiodomo, che vanta due primati: è uno dei più piccoli comuni d’Italia ed è il comune più alto in quota della Valnerina. Il centro storico è costituito da un castello fondato nel XIII secolo, che faceva parte del territorio di Cascia fino all'epoca dell'occupazione francese, quando fu eretto a comune…

Lungo il versante orientale del Monte Coscerno, arroccato su uno sperone di roccia nella tipica posizione dei castelli di poggio sorge Poggiodomo, che vanta due primati: è uno dei più piccoli comuni d’Italia ed è il comune più alto in quota della Valnerina. Il centro storico è costituito da un castello fondato nel XIII secolo, che faceva parte del territorio di Cascia fino all'epoca dell'occupazione francese, quando fu eretto a comune…

La Chiesa di San Carlo Borromeo che si trova a Poggiodomo, uno dei comuni più piccoli d`Italia e fa parte dell’originario nucleo del castello medievale.  La Chiesa di San Carlo Borromeo presenta l`interno a navata unica, con nove altari lignei barocchi dei sec. XVII e XVIII, donati da famiglie del luogo.

La Chiesa di San Carlo Borromeo che si trova a Poggiodomo, uno dei comuni più piccoli d`Italia e fa parte dell’originario nucleo del castello medievale. La Chiesa di San Carlo Borromeo presenta l`interno a navata unica, con nove altari lignei barocchi dei sec. XVII e XVIII, donati da famiglie del luogo.

La Chiesa di San Salvatore si trova ad Usigni, nel Comune di Poggiodomo, in località Fontevecchia, piccolo e grazioso centro posto a dominio della valle del Tissino, lungo l`itinerario che provenendo dalla Sabina e da Monteleone di Spoleto, raggiungeva il nodo stradale di Cerreto di Spoleto.  La Chiesa di San Salvatore, esterna all`abitato, con la sua mole e l’eleganza delle sue forme rispecchia il lustro ed il potere di colui che commissionò l’opera: il cardinale Fausto Poli, segretario…

La Chiesa di San Salvatore si trova ad Usigni, nel Comune di Poggiodomo, in località Fontevecchia, piccolo e grazioso centro posto a dominio della valle del Tissino, lungo l`itinerario che provenendo dalla Sabina e da Monteleone di Spoleto, raggiungeva il nodo stradale di Cerreto di Spoleto. La Chiesa di San Salvatore, esterna all`abitato, con la sua mole e l’eleganza delle sue forme rispecchia il lustro ed il potere di colui che commissionò l’opera: il cardinale Fausto Poli, segretario…

Tra la Valle del Fiume Nera, il Fosso Tissino e la Piano di Monteleone di Spoleto si erge il massiccio calcareo formato dal Monte Coscerno (m 1684), dal Monte di Civitella (m 1565) e dal Monte Aspra (m 1652), vero e proprio “cuore” dell’Appennino Umbro.

Tra la Valle del Fiume Nera, il Fosso Tissino e la Piano di Monteleone di Spoleto si erge il massiccio calcareo formato dal Monte Coscerno (m 1684), dal Monte di Civitella (m 1565) e dal Monte Aspra (m 1652), vero e proprio “cuore” dell’Appennino Umbro.

Le vicende storiche dell`Eremo della Madonna della Stella risalgono al secolo VIII quando, alla confluenza di Valle Noce e Valle Marta, lungo gli antichi itinerari che, provenienti da Leonessa e Cascia, confluivano verso il Castaldato Pontano e quindi verso Spoleto, sorse il Monasterium S. Benedicti in Faucibus o in Vallibus, soggetto all`Abbazia di S. Pietro di Ferentillo fatta edificare nel 720 dal duca Faroaldo.

Le vicende storiche dell`Eremo della Madonna della Stella risalgono al secolo VIII quando, alla confluenza di Valle Noce e Valle Marta, lungo gli antichi itinerari che, provenienti da Leonessa e Cascia, confluivano verso il Castaldato Pontano e quindi verso Spoleto, sorse il Monasterium S. Benedicti in Faucibus o in Vallibus, soggetto all`Abbazia di S. Pietro di Ferentillo fatta edificare nel 720 dal duca Faroaldo.

Le vicende storiche dell`Eremo della Madonna della Stella risalgono al secolo VIII quando, alla confluenza di Valle Noce e Valle Marta, lungo gli antichi itinerari che, provenienti da Leonessa e Cascia, confluivano verso il Castaldato Pontano e quindi verso Spoleto, sorse il Monasterium S. Benedicti in Faucibus o in Vallibus, soggetto all`Abbazia di S. Pietro di Ferentillo fatta edificare nel 720 dal duca Faroaldo.

Le vicende storiche dell`Eremo della Madonna della Stella risalgono al secolo VIII quando, alla confluenza di Valle Noce e Valle Marta, lungo gli antichi itinerari che, provenienti da Leonessa e Cascia, confluivano verso il Castaldato Pontano e quindi verso Spoleto, sorse il Monasterium S. Benedicti in Faucibus o in Vallibus, soggetto all`Abbazia di S. Pietro di Ferentillo fatta edificare nel 720 dal duca Faroaldo.

Lungo il versante orientale del Monte Coscerno, arroccato su uno sperone di roccia nella tipica posizione dei castelli di poggio sorge Poggiodomo, che vanta due primati: è uno dei più piccoli comuni d`Italia ed è il comune più alto in quota della Valnerina. Il centro storico è costituito da un castello fondato nel XIII secolo, che faceva parte del territorio di Cascia fino all'epoca dell'occupazione francese, quando fu eretto a comune…

Lungo il versante orientale del Monte Coscerno, arroccato su uno sperone di roccia nella tipica posizione dei castelli di poggio sorge Poggiodomo, che vanta due primati: è uno dei più piccoli comuni d`Italia ed è il comune più alto in quota della Valnerina. Il centro storico è costituito da un castello fondato nel XIII secolo, che faceva parte del territorio di Cascia fino all'epoca dell'occupazione francese, quando fu eretto a comune…

Roccatamburo sorge su uno sperone che rapidamente degrada su tre lati. La tipologia urbanistica è quella del castello, eretto a dominio della Valle del Tissino, perfettamente allineata con i centri di Usigni, Poggiodomo e Rocchetta, lungo l`itinerario, che provenendo dalla Sabina e da Monteleone di Spoleto, raggiungeva il nodo stradale di Cerreto di Spoleto.

Roccatamburo sorge su uno sperone che rapidamente degrada su tre lati. La tipologia urbanistica è quella del castello, eretto a dominio della Valle del Tissino, perfettamente allineata con i centri di Usigni, Poggiodomo e Rocchetta, lungo l`itinerario, che provenendo dalla Sabina e da Monteleone di Spoleto, raggiungeva il nodo stradale di Cerreto di Spoleto.

Usigni, frazione del Comune di Poggiodomo, deriva il nome dalla deformazione di “usina”, vocabolo antico indicante un opificio.  Usigni posto a dominio della Valle del Tissino, perfettamente allineato con i centri di Poggiodomo, Roccatamburo e Rocchetta, lungo l`itinerario che provenendo dalla Sabina e da Monteleone di Spoleto, raggiungeva il nodo stradale di Cerreto di Spoleto.

Usigni, frazione del Comune di Poggiodomo, deriva il nome dalla deformazione di “usina”, vocabolo antico indicante un opificio. Usigni posto a dominio della Valle del Tissino, perfettamente allineato con i centri di Poggiodomo, Roccatamburo e Rocchetta, lungo l`itinerario che provenendo dalla Sabina e da Monteleone di Spoleto, raggiungeva il nodo stradale di Cerreto di Spoleto.

Roccatamburo sorge su uno sperone che rapidamente degrada su tre lati. La tipologia urbanistica è quella del castello, eretto a dominio della Valle del Tissino, perfettamente allineata con i centri di Usigni, Poggiodomo e Rocchetta, lungo l`itinerario, che provenendo dalla Sabina e da Monteleone di Spoleto, raggiungeva il nodo stradale di Cerreto di Spoleto. Mucciafora, frazione del Comune di Poggiodomo, m 1070 s.l.m., sorge sul crinale di una collina in posizione di guardia sulle…

Roccatamburo sorge su uno sperone che rapidamente degrada su tre lati. La tipologia urbanistica è quella del castello, eretto a dominio della Valle del Tissino, perfettamente allineata con i centri di Usigni, Poggiodomo e Rocchetta, lungo l`itinerario, che provenendo dalla Sabina e da Monteleone di Spoleto, raggiungeva il nodo stradale di Cerreto di Spoleto. Mucciafora, frazione del Comune di Poggiodomo, m 1070 s.l.m., sorge sul crinale di una collina in posizione di guardia sulle…

Pinterest
Cerca