Il castello di Caso - Sant'Anatolia di Narco ~ Umbria Italy

Caso, frazione del Comune di Sant'Anatolia di Narco sorge alla confluenza di percorsi montani che collegavano Scheggino e Sant'Anatolia di Narco con Monteleone di Spoleto. Il paese di Caso è composto da due nuclei: uno, più compatto, che conserva in parte la cinta muraria ed una delle porte, ricco di elementi architettonici tipici. Il paese è oggi stato completamente recuperato ed offre un piacevole esempio di un antico paese pastorale dell’appennino Umbro.
14 Pin218 Follower
La Chiesa di Santa Maria della Grazie si trova nei pressi del cimitero di Caso, conosciuta già in passato come edicola campestre a ricordo di un prodigio ivi dipinto e inserito nella chiesa: una Madonna a cavallo apparve ad un fanciullo. L’affresco è datato al secolo XV. Di fronte ai pilastri Madonna col Bambino e Santa Cristina, di scuola de Lo Spagna del 1516. Ai lati dell’edicola ci sono due nicchie con dipinta una duplice Crocefissione forse di Giovanni di Girolamo Brunotti, spoletino.

La Chiesa di Santa Maria della Grazie si trova nei pressi del cimitero di Caso, conosciuta già in passato come edicola campestre a ricordo di un prodigio ivi dipinto e inserito nella chiesa: una Madonna a cavallo apparve ad un fanciullo. L’affresco è datato al secolo XV. Di fronte ai pilastri Madonna col Bambino e Santa Cristina, di scuola de Lo Spagna del 1516. Ai lati dell’edicola ci sono due nicchie con dipinta una duplice Crocefissione forse di Giovanni di Girolamo Brunotti, spoletino.

La Chiesa di Santa Maria della Grazie si trova nei pressi del cimitero di Caso, conosciuta già in passato come edicola campestre a ricordo di un prodigio ivi dipinto e inserito nella chiesa: una Madonna a cavallo apparve ad un fanciullo. L’affresco è datato al secolo XV. Di fronte ai pilastri Madonna col Bambino e Santa Cristina, di scuola de Lo Spagna del 1516. Ai lati dell’edicola ci sono due nicchie con dipinta una duplice Crocefissione forse di Giovanni di Girolamo Brunotti, spoletino.

La Chiesa di Santa Maria della Grazie si trova nei pressi del cimitero di Caso, conosciuta già in passato come edicola campestre a ricordo di un prodigio ivi dipinto e inserito nella chiesa: una Madonna a cavallo apparve ad un fanciullo. L’affresco è datato al secolo XV. Di fronte ai pilastri Madonna col Bambino e Santa Cristina, di scuola de Lo Spagna del 1516. Ai lati dell’edicola ci sono due nicchie con dipinta una duplice Crocefissione forse di Giovanni di Girolamo Brunotti, spoletino.

La Chiesa di Santa Maria della Grazie si trova nei pressi del cimitero di Caso, conosciuta già in passato come edicola campestre a ricordo di un prodigio ivi dipinto e inserito nella chiesa: una Madonna a cavallo apparve ad un fanciullo. L’affresco è datato al secolo XV. Di fronte ai pilastri Madonna col Bambino e Santa Cristina, di scuola de Lo Spagna del 1516. Ai lati dell’edicola ci sono due nicchie con dipinta una duplice Crocefissione forse di Giovanni di Girolamo Brunotti, spoletino.

La Chiesa di Santa Maria della Grazie si trova nei pressi del cimitero di Caso, conosciuta già in passato come edicola campestre a ricordo di un prodigio ivi dipinto e inserito nella chiesa: una Madonna a cavallo apparve ad un fanciullo. L’affresco è datato al secolo XV. Di fronte ai pilastri Madonna col Bambino e Santa Cristina, di scuola de Lo Spagna del 1516. Ai lati dell’edicola ci sono due nicchie con dipinta una duplice Crocefissione forse di Giovanni di Girolamo Brunotti, spoletino.

L’Oratorio di San Giovanni Battista, a Caso, sorge al di sopra di un antico eremo, presso le mura castellane. Nel sec. XIV l’Oratorio si ampliò a due navate separate da due pilastri quadrati su cui si elevarono le crociere gotiche fino al tetto. Le pareti del secolo XV furono affrescate da pittori della Valnerina.

L’Oratorio di San Giovanni Battista, a Caso, sorge al di sopra di un antico eremo, presso le mura castellane. Nel sec. XIV l’Oratorio si ampliò a due navate separate da due pilastri quadrati su cui si elevarono le crociere gotiche fino al tetto. Le pareti del secolo XV furono affrescate da pittori della Valnerina.

La Chiesa di Santa Cristina si trova nei pressi di Caso. Piccolo ed elegante edificio romanico, con portale arcuato, monofora e campanile a vela. Interno coperto a capriate, a navata unica, con abside. La ricca decorazione a fresco è interessante per più motivi: per il vivace linguaggio popolare che caratterizza la rappresentazione del Giudizio; per il racconto figurato delle Storie di Santa Cristina; per la presenza di artisti largamente impiegati in Umbria come il Maestro di Eggi e lo…

La Chiesa di Santa Cristina si trova nei pressi di Caso. Piccolo ed elegante edificio romanico, con portale arcuato, monofora e campanile a vela. Interno coperto a capriate, a navata unica, con abside. La ricca decorazione a fresco è interessante per più motivi: per il vivace linguaggio popolare che caratterizza la rappresentazione del Giudizio; per il racconto figurato delle Storie di Santa Cristina; per la presenza di artisti largamente impiegati in Umbria come il Maestro di Eggi e lo…

La Chiesa di Santa Cristina si trova nei pressi di Caso. Piccolo ed elegante edificio romanico, con portale arcuato, monofora e campanile a vela. Interno coperto a capriate, a navata unica, con abside. La ricca decorazione a fresco è interessante per più motivi: per il vivace linguaggio popolare che caratterizza la rappresentazione del Giudizio; per il racconto figurato delle Storie di Santa Cristina; per la presenza di artisti largamente impiegati in Umbria come il Maestro di Eggi e lo…

La Chiesa di Santa Cristina si trova nei pressi di Caso. Piccolo ed elegante edificio romanico, con portale arcuato, monofora e campanile a vela. Interno coperto a capriate, a navata unica, con abside. La ricca decorazione a fresco è interessante per più motivi: per il vivace linguaggio popolare che caratterizza la rappresentazione del Giudizio; per il racconto figurato delle Storie di Santa Cristina; per la presenza di artisti largamente impiegati in Umbria come il Maestro di Eggi e lo…

Piano delle Melette - Caso - Sant'Anatolia di Narco Il Piano, al suo meglio in primavera, punteggiato da meli, mandorli, salici ha importanza alimentare anche per gli animali selvatici. Colture e vigneti sono stati impiantati anche sul versante destro del Piano delle Melette dove, a ridosso di una fontana medievale, torreggiano accoppiati un noce e un fico ultrasecolari.

Piano delle Melette - Caso - Sant'Anatolia di Narco Il Piano, al suo meglio in primavera, punteggiato da meli, mandorli, salici ha importanza alimentare anche per gli animali selvatici. Colture e vigneti sono stati impiantati anche sul versante destro del Piano delle Melette dove, a ridosso di una fontana medievale, torreggiano accoppiati un noce e un fico ultrasecolari.

Scorcio interno del castello di Caso - Sant'Anatolia di Narco

Scorcio interno del castello di Caso - Sant'Anatolia di Narco

Scorcio interno del castello di Caso - Sant'Anatolia di Narco

Scorcio interno del castello di Caso - Sant'Anatolia di Narco

Scorcio interno del castello di Caso - Sant'Anatolia di Narco

Scorcio interno del castello di Caso - Sant'Anatolia di Narco

Pinterest
Cerca