ARTE GRECA

Analisi di alcune testimoniante dell'arte greca, convenzionalmente divisa in periodo di formazione (IX-metà VII secolo a.C.), periodo arcaico (metà VII secolo-480 a.C.), stile severo (480-450 a.C.), periodo classico (450-323 a.C.) e periodo ellenistico (323-31 a.C.)
17 Pin16 Follower
Kylix attica: interno; 480-470 a.C., Stile Severo; ceramica dipinta a figure rosse; Vulci, Toscana, Italia; Musei Vaticani, Roma, Italia. L'interno della kylix riproduce i famoso episodio dell'incontro di Edipo, futuro re di Tebe, e la Sfinge.

Kylix attica: interno; 480-470 a.C., Stile Severo; ceramica dipinta a figure rosse; Vulci, Toscana, Italia; Musei Vaticani, Roma, Italia. L'interno della kylix riproduce i famoso episodio dell'incontro di Edipo, futuro re di Tebe, e la Sfinge.

pin 12
heart 1
Anfora del Dipylon: particolare. Nell'immagine si individuano due dei tre motivi figurativi che caratterizzano l'opera, per il resto chiaro esempio di stile geometrico e astratto. Si pensa che i decoratori di queste tipologie di vasi si ispirassero alle trame generalmente proprie della tessitura.

Anfora del Dipylon: particolare. Nell'immagine si individuano due dei tre motivi figurativi che caratterizzano l'opera, per il resto chiaro esempio di stile geometrico e astratto. Si pensa che i decoratori di queste tipologie di vasi si ispirassero alle trame generalmente proprie della tessitura.

pin 6
Oinochoe  con capre selvatiche; 600-575 a.C., Periodo Arcaico; ceramica dipinta; Rodi; Metropolitan Museum of Art, New York. Le decorazioni presentano caratteristiche proprie dello stile Wild Goat: capre e fiori di loto su uno sfondo color crema.

Oinochoe con capre selvatiche; 600-575 a.C., Periodo Arcaico; ceramica dipinta; Rodi; Metropolitan Museum of Art, New York. Le decorazioni presentano caratteristiche proprie dello stile Wild Goat: capre e fiori di loto su uno sfondo color crema.

pin 6
heart 1
Cavallino votivo; VIII secolo a.C. (750-725 a.C. circa), Periodo di Formazione; bronzo; Tempio di Zeus, Olimpia; Staatliche Museen Antikenabteilung, Berlino.

Cavallino votivo; VIII secolo a.C. (750-725 a.C. circa), Periodo di Formazione; bronzo; Tempio di Zeus, Olimpia; Staatliche Museen Antikenabteilung, Berlino.

pin 5
heart 1
Cratere del Dipylon; VIII secolo a.C. (740 a.C. circa), Periodo di Formazione; ceramica dipinta a vernice nera; necopoli del Dipylon, Atene; Museo Archeologico Nazionale, Atene.

Cratere del Dipylon; VIII secolo a.C. (740 a.C. circa), Periodo di Formazione; ceramica dipinta a vernice nera; necopoli del Dipylon, Atene; Museo Archeologico Nazionale, Atene.

pin 2
Kylix di Dioniso: interno; 530 a.C., Periodo Arcaico; ceramica dipinta a figure nere; tomba etrusca, Vulci; Antikensammlung, Monaco. Il dipinto ripropone una leggenda pervenutaci grazie al racconto di Apollodoro. Dioniso, nelle sembianze d un giovane, era stato incatenato su una nave da pirati etruschi che intendevano venderlo come schiavo. Il dio fece crescere  tralci di vite attorno all'albero maestro, si trasformò in leone e mutò in delfini i pirati che, terrorizzati, si buttavano in…

Kylix di Dioniso: interno; 530 a.C., Periodo Arcaico; ceramica dipinta a figure nere; tomba etrusca, Vulci; Antikensammlung, Monaco. Il dipinto ripropone una leggenda pervenutaci grazie al racconto di Apollodoro. Dioniso, nelle sembianze d un giovane, era stato incatenato su una nave da pirati etruschi che intendevano venderlo come schiavo. Il dio fece crescere tralci di vite attorno all'albero maestro, si trasformò in leone e mutò in delfini i pirati che, terrorizzati, si buttavano in…

pin 2
heart 1
Efebo di Kritios: vista frontale e retro; poco prima del 480 a.C., Stile Severo; marmo bianco cicladico scolpito a tutto tondo; colmata persiana, acropoli di Atene; Museo dell'Acropoli, Atene.

Efebo di Kritios: vista frontale e retro; poco prima del 480 a.C., Stile Severo; marmo bianco cicladico scolpito a tutto tondo; colmata persiana, acropoli di Atene; Museo dell'Acropoli, Atene.

pin 2
Anfora del Dipylon: particolare. L'anfora è caratterizzata da uno stile geometrico e astratto, dove l'unica eccezione è rappresentata da tre motivi figurativi (quello centrale è riportato in foto). L'impostazione figurativa era quasi tribale, le figure umane chiaramente stilizzate, la proporzionalità assoluta. Risulta evidente l'intenzione dell'artista di colmare gli spazi vuoti (horror vacui), realizzando un'opera tecnicamente impeccabile, anche facendo abile uso del tornio.

Anfora del Dipylon: particolare. L'anfora è caratterizzata da uno stile geometrico e astratto, dove l'unica eccezione è rappresentata da tre motivi figurativi (quello centrale è riportato in foto). L'impostazione figurativa era quasi tribale, le figure umane chiaramente stilizzate, la proporzionalità assoluta. Risulta evidente l'intenzione dell'artista di colmare gli spazi vuoti (horror vacui), realizzando un'opera tecnicamente impeccabile, anche facendo abile uso del tornio.

pin 1
heart 1
Anfora del Dipylon; VIII secolo a.C. (760-750 a.C. circa), Periodo di Formazione; ceramica dipinta; necropoli del Dipylon, Atene; Museo Archeologico Nazionale, Atene. L'anfora del Dipylon, ritrovata vicino ad una delle due porte che caratterizzavano il cimitero omonimo, aveva funzione funeraria, si trattava del segnacolo di una tomba.

Anfora del Dipylon; VIII secolo a.C. (760-750 a.C. circa), Periodo di Formazione; ceramica dipinta; necropoli del Dipylon, Atene; Museo Archeologico Nazionale, Atene. L'anfora del Dipylon, ritrovata vicino ad una delle due porte che caratterizzavano il cimitero omonimo, aveva funzione funeraria, si trattava del segnacolo di una tomba.

pin 1
Olpe chigi; 640-630 a.C., Periodo arcaico; argilla depurata e dipinta; tumulo di Monte Aguzzo, Veio, Toscana, Italia; Museo di Villa Giulia, Roma. Gli olpe erano contenitori per il vino utilizzati durante i banchetti. Le immagini dipinte riproducono una storia ed avevano funzione decorativa. Il vaso era di produzione corinizia, come si può comprendere dalla ceramica gialla. Considerare anche la fonte: http://www.villagiulia.beniculturali.it/index.php?it/141/selezione-di-opere/15/olpe-chigi

Olpe chigi; 640-630 a.C., Periodo arcaico; argilla depurata e dipinta; tumulo di Monte Aguzzo, Veio, Toscana, Italia; Museo di Villa Giulia, Roma. Gli olpe erano contenitori per il vino utilizzati durante i banchetti. Le immagini dipinte riproducono una storia ed avevano funzione decorativa. Il vaso era di produzione corinizia, come si può comprendere dalla ceramica gialla. Considerare anche la fonte: http://www.villagiulia.beniculturali.it/index.php?it/141/selezione-di-opere/15/olpe-chigi

pin 1
Pinterest • il catalogo mondiale delle idee
Search