Nel I sec a.C. La pittura romana si distacca dalla tradizione etrusca e si volge agli esemplari greci. Il dipinto monocromo su marmo che qui vi presento è "le giocatrice di astragali" da Ercolano. L'opera è stata firmata da Alessandro di Atene. Poche figure finemente disegnate e appena velate da un colore diffuso, ispirate ai caso attici a fondo bianco. Ci sono scritti nomi in greco accanto alle figure, quindi sappiamo con certezza di quale scena si tratta: Febe cerca di pacificare Latona e…

Nel I sec a.C. La pittura romana si distacca dalla tradizione etrusca e si volge agli esemplari greci. Il dipinto monocromo su marmo che qui vi presento è "le giocatrice di astragali" da Ercolano. L'opera è stata firmata da Alessandro di Atene. Poche figure finemente disegnate e appena velate da un colore diffuso, ispirate ai caso attici a fondo bianco. Ci sono scritti nomi in greco accanto alle figure, quindi sappiamo con certezza di quale scena si tratta: Febe cerca di pacificare Latona e…

Tito Flavio Vespasiano, nato a Citareale nel 9 d.C. E morto a Cotilia nel 79 è stato il fondatore della dinastia Flavia. Il ritratto presentato si trova a Copenaghen e lo raffigura nella sua forma reale: vecchio, col viso rugoso, l'attitudine delle labbra ci fa capire che era sdentato. È strano che un uomo di tale importanza venga rappresentato nella sua natura brutta e vecchia. In Grecia non sarebbe mai stato rappresentato con questi suoi "difetti" quindi questo ci fa capire ancora di più…

Tito Flavio Vespasiano, nato a Citareale nel 9 d.C. E morto a Cotilia nel 79 è stato il fondatore della dinastia Flavia. Il ritratto presentato si trova a Copenaghen e lo raffigura nella sua forma reale: vecchio, col viso rugoso, l'attitudine delle labbra ci fa capire che era sdentato. È strano che un uomo di tale importanza venga rappresentato nella sua natura brutta e vecchia. In Grecia non sarebbe mai stato rappresentato con questi suoi "difetti" quindi questo ci fa capire ancora di più…

L'Arringatore da Sanguineto, rappresentante Aulo Metello è una scultura in bronzo della fine del II- inizio I sec a.C. Ora si trova al museo Archeologico Nazionale. Presumibilmente è stata costruita o da una équipe di greci o da artisti Romani influenzati dall'arte greca. Il tema è completamente ROMANO ma la tecnica utilizzata è, dunque, greca. Aulo Metello è rappresentato con il volto quindi si presenta come individuo. Non è nudo come i kuroi ma indossa una tunica con sopra una toga…

L'Arringatore da Sanguineto, rappresentante Aulo Metello è una scultura in bronzo della fine del II- inizio I sec a.C. Ora si trova al museo Archeologico Nazionale. Presumibilmente è stata costruita o da una équipe di greci o da artisti Romani influenzati dall'arte greca. Il tema è completamente ROMANO ma la tecnica utilizzata è, dunque, greca. Aulo Metello è rappresentato con il volto quindi si presenta come individuo. Non è nudo come i kuroi ma indossa una tunica con sopra una toga…

Johann Joachim Winckelmann (Stendal, 9 dicembre 1717 – Trieste, 8 giugno 1768) è stato uno storico dell'arte tedesco. Distinse l'arte Romana da quella Greca ma sottovalutò notevolmente la prima. Ma perchè l'arte Romana è sempre stato un problema da dover digerire? è disomogenea, oltre a variare da territorio a territorio varia anche all'interno delle classi sociali. Complicata da decifrare. Non ha originalità poichè è notevolmente influenzata dall'arte greca.

Johann Joachim Winckelmann (Stendal, 9 dicembre 1717 – Trieste, 8 giugno 1768) è stato uno storico dell'arte tedesco. Distinse l'arte Romana da quella Greca ma sottovalutò notevolmente la prima. Ma perchè l'arte Romana è sempre stato un problema da dover digerire? è disomogenea, oltre a variare da territorio a territorio varia anche all'interno delle classi sociali. Complicata da decifrare. Non ha originalità poichè è notevolmente influenzata dall'arte greca.

Quando ho cercato su internet “rilievo dell’arte plebea” per trovare qualche immagine come risultato della ricerca sono comparse più della metà foto del Corteo funebre da Amiternum del 50 a.C. Quindi possiamo notare che esso sia uno degli esempi più notevoli dell’arte plebea.

Quando ho cercato su internet “rilievo dell’arte plebea” per trovare qualche immagine come risultato della ricerca sono comparse più della metà foto del Corteo funebre da Amiternum del 50 a.C. Quindi possiamo notare che esso sia uno degli esempi più notevoli dell’arte plebea.

Pinterest
Cerca